08 febbraio 2006 

Incidente Bus Via Trionfale. Prende Piede l'Ipotesi del Guasto

Potrebbe essere stato un parziale blocco dei freni la causa dell’incidente del bus che lunedì notte ha provocato la morte di 12 turisti turchi.

A confermare questa ipotesi le dichiarazioni dei sopravvissuti; alcuni passeggeri infatti, prima dello schianto, avrebbero sentito uno strano rumore, come una perdita di aria compressa.
Non si scarta però la possibilità dell’errore umano, Adamo Cellini, l’autista di 38 anni potrebbe aver preso la curva a via trionfale troppo velocemente, intanto sia lui che il proprietario del bus sono indagati per omicidio plurimo e disastro colposo.

Rimangono stabili le condizioni dei 18 feriti, compreso l’autista che ha entrambe le gambe fratturate ma se la caverà. Due donne, le piu’ gravi, sono in coma farmacologico e nelle prossime 48 ore si potra’ valutare meglio la loro situazione. I cittiadini turchi uscivano dal congresso della ford a villa miani. neanche 50 metri e alla prima curva il mezzo ha sfondato il muretto cadendo da un altezza di 15 metri. I primi rilievi avrebbero evidenziato una parziale frenata del bus, soltanto nella parte sinistra, segno che i freni idraulici non ancora caldi, potrebbero non aver risposto come dovuto. Da escludere, invece, l’ipotesi del ghiaccio sul manto stradale

Le indagini si avvarranno anche della scatola nera del bus, giàsequestrata dal pm Leonardo Frisani, su cui vengono registrate la velocità del bus e i chilometri percorsi. Il pulmann, appoggiato su un muro di cinta che divide due palazzine, è stato rimosso ed ora è sotto sequestro nel deposito giudiziario di labaro.

07 febbraio 2006 

Pulmann Nella Scarpata a Via Trionfale, Morti 12 Turisti Turchi

E' di 12 morti, sei uomini e sei donne, il bilancio di un gravissimo incidente stradale avvenuto poco prima di mezzanotte sulla via Trionfale a Roma, sulle pendici di Monte Mario.

Un pullman, con a bordo 31 turisti turchi in viagg
io premio a Roma, a uno dei tornanti della ripida strada, in discesa verso piazzale Clodio, invece di completare la curva, ha proseguito diritto, sfondando un muretto con una bassa cancellata, precipitando per una quindicina di metri nel giardino sottostante, fino a incastrarsi quasi in verticale tra due palazzine.

Oltre ai 12 morti, altre 18 persone sono ferite e ricoverate in diversi ospedali della Capitale.
Quattro si trovano in gravi condizioni, ricoverati con codice rosso. Altri cinque turisti turchi sono stati ricoverati con codice giallo. Tra i feriti gravi l'autista italiano del pullman, ricoverato con codice rosso: si chiama Adamo Cellini e ha 38 anni. Non sarebbe in pericolo di vita, ma è in rianimazione all'ospedale San Camillo. I turisti turchi, che fanno parte di una delegazione di 350 proveniente da Istanbul, avevano partecipato ad una convention della Ford, a Villa Miani, che si trova proprio a metà circa di Monte Mario. Il pullman precipitato era il settimo di una fila di otto mezzi che hanno lasciato la villa trasportando l'intera delegazione all'hotel Excelsior di via Veneto dove erano tutti alloggiati.

06 febbraio 2006 

Truffa alle Asl. Almeno 50 Milioni di Euro In Tasca Ai Privati. In Manette "Lady Asl"

Dirottavano fondi della sanità pubblica su società fittizie. Almeno 50 milioni di euro è il frutto dell’attività di quella che gli investigatori dell’arma considerano un’associazione a delinquere operante nelle Asl e nella sanita’ privata.

Una donna di 50 anni, imprenditrice romana e soprannominata “lady asl”, era al vertice delle operazioni illecite. Anna Jannuzzi è stata arrestata questa mattina all’hotel Sheraton alla Magliana. assieme a lei il marito, il suo commercialista e due funzionari addetti al servizio di accreditamento. In manette anche l’ex direttore generale della asl RMB Cosimo Giovanni Spaziale.
Altre tre ordinanze di custodia cautelare sono poi arrivate ad altri tre componenti dell’associazione, già in carcere per truffa alla sanità. Nomi di spicco, come quello di Mario Celotto, ex direttore amministrativo dlla Asl RMC, il suo collaboratore Paolo Ippopotami e il cognato di quest’ultimo Alessandro Visca. I fatti risalgono al 2000, il meccanismo della frode ara semplice: tramite mandati di pagamento illegittimi facevano arrivare i soldi dalle Asl a case di cura e centri di fisioterapia. In particolare i bonifici venivano emessi a favore della “ikt”, dove socia di maggioranza è la Jannuzzi. da qui poi i soldi venivano girati a due società fittizie e non accreditate presso le Asl romane
Le indagini della magistratura e dei carabinieri continueranno per capire soprattutto se ci sono colpe da parte degli organi di controllo delle Asl.




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city