28 febbraio 2006 

Distributori Romani Irregolari. La Guardia Di Finanza ne ha Controllati 430

Non bastano le ore passate nel traffico. Non basta il caro benzina. Per i romani all’ordine del giorno ci sono anche le truffe sul carburante.

Il 20 per cento dei distrubutori della capitale non è in regola. E' quanto accertato dal comando provinciale della guardia di finanza che con 60 pattuglie ha controllato 430 banzinai. Per legge ogni impianto deve esporre chiaramente i prezzi al litro. Quelli esposti, devono essere quelli effettivamente praticati ai consumatori. Ebbene, nella maggior parte dei casi accertati dalle fiamme gialle i distributori non esponevano in modo chiaro i cartelli, addirittura erano nascosti dietro alberi o altri cartelli stradali, col risultato di disorientare i giudatori nella libera scelta dell’importo più conveniente.
In alcuni casi- in 15 su 430- mancavano completamente i cartelli. Una mancanza che- quando un utente va di fretta- a volte non viene neanche notata.
In altri 8 casi, infine il prezzo esposto era diverso da quello effettivo. Una vera e propria truffa, dunque.

3 mila euro è la sanzione inflitta ai benzinai furbi. Per gli utenti, invece, valga qualche buon consiglio. Sul sito internet http://www.italia.gov.it/ è facile consultare la rilevazione settimanale effettuata dal ministero delle attività produttive sui prezzi di benzina, gasolio e gpl serviti o autoerogati dal cliente.

Se invece ci si accorge di qualchje irregolarità il nuemero a cui rivolgeri è il 117

 

Preso Piromane Mentre Dava Fuoco a Due Automobili

Lo hanno sorpreso proprio mentre stava dando fuoco a due automobili sotto la sua stessa abitazione, a via Bertossi al Tiburtino.

39 anni, un lavoro saltuario come pony express e, forse, il responsabile di molti degli incendi che da questa estate fino ad oggi, hanno creato allarme e paura in molte zone della capitale.
La cattura dell’uomo è arrivata dopo una lunga serie di appostamenti e grazie alle telecamere installate davanti ad un centro commerciale che hanno permesso agli uomini dell’arma di comporre prima l’identikit e poi di cominciare l’opera di pedinamento che li ha portati a cogliere l’incendiario in flagrante.

Al momento del fermo l’uomo ha rischiato il linciaggio da parte degli abitanti del quartiere, pronti a scagliarsi sul presunto responsabile di tanti incendi. I carabinieri hanno evitato una dura punizione al 39enne, un tipo tranquillo che si spostava sempre a bordo dello stesso mezzo, segnalato tra l’altro in varie occasioni in molti luoghi quest’estate presi di mira dai piromani, e sempre negli stessi quartieri: oltre a Casal Bruciato, dove risiede ed è stato sorpreso, ai Parioli, san Giovanni, Prenestino, Tiburtino, Centocelle e Casilino.

Secondo il Tenente Colonnello dei Carabinieri di Roma Salvatore Luongo il piromane preso non è "Il Piromane", ce ne sono sicuramente altri che agiscono per spirito di emulazione.

Infatti nella notte altre dieci auto e un motorino sono state date alle fiamme in sei diverse strade della città e solo l’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. dall’estate scorsa a stanotte sono stati circa 300 i veicoli incendiati.

Carioti




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city