14 aprile 2006 

Roma si Svuota per il Ponte Pasquale

Tutti in viaggio per il «ponte». Il weekend di Pasqua sarà soltanto l'inizio di una lunga serie di brevi vacanze che, fino al 7 maggio, spezzeranno la routine settimanale dei romani, in un anticipo d'estate. Varie le mete, adatte a tutte le tasche.

Quest’anno sono soprattutto le capitali europee quelle più gettonate dei vacanzieri romani.
I più varcheranno i confini italiani, mentre chi preferisce non allontanarsi troppo secondo L'Ente bilaterale del turismo della Regione Lazio sceglierà percorsi enogastronomici attraverso i borghi medievali tra Viterbo e Rieti. Sì anche alle stazioni termali di Fiuggi, Tivoli e Viterbo e alle isole della riviera d’ulisse tra Gaeta, Terracina, il Circeo, Ponza, Ventotene e Anzio.
Tanti anche i vacanzieri che opteranno per l’aria fresca e genuina dell’aperta campagna e sceglieranno un agriturismo. Secondo le stime di telefono blu saranno circa un milione i romani che lasceranno la capitale in questo lungo ponte pasquale. Particamente più di un terzo di tutta l’area metropolitana.

E come ogni anno in procinto delle partenze arrivano i consigli delle associazioni dei consumatori. Il codacos ha stilato un decalogo per scongiurare eventuali “fregature”.
Tra le varie raccomandazioni soprattutto quella di esaminare il contratto con attenzione e di ricordare che chi viaggia con la formula last minute o last second ha gli stessi identici diritti legali degli altri. Quindi in caso di disagi o disservizi è possibile richiedere il risarcimento inviando una raccomandata all’organizzatore del viaggio entro e non oltre i 10 giorni lavorativi dal rientro.

12 aprile 2006 

Derubate Mentre Intervistano Prodi: Le Telecamere Scoprono il Ladro

Due giornaliste sono state derubate del portafoglio mentre intervistavano il leader dell'Unione Romano Prodi in piazza Santi Apostoli. Le due croniste, una di una radio privata ed una di un'agenzia di stampa, erano nella ressa di giornalisti, cameramen e fotografi che attorniava Prodi al suo arrivo davanti alla sede dell'Unione dal Quirinale dove aveva incontrato il presidente Ciampi.

Una situazione di confusione particolarmente ghiotta per un borseggiatore che le ha 'alleggerite' dei portafogli che tenevano nella borsa. Una volta accortesi del furto, le due croniste hanno presentato denuncia ai Carabinieri. La cronista radiofonica ha poi chiesto ad una troupe televisiva di 'SkyTg24'che stava riprendendo la scena da dietro di rivedere le immagini, nel caso fosse stata ripresa qualche scena del borseggio. ''Andando al rallentatore - spiega - abbiamo visto un uomo che nascondendo la mano con un soprabito intanto frugava nelle nostre borse, allontanandosi, poi con il 'bottino'. Le immagini sono state visionate anche dai carabinieri che hanno promesso, da domani mattina, la presenza di un agente in borghese nel caso in cui l'uomo si ripresentasse''. Ma non e' stato necessario aspettare tanto: due ore dopo il borseggiatore era di nuovo a piazza Santi Apostoli.

La cronista radiofonica lo ha riconosciuto ed ha chiamato uno dei carabinieri del posto fisso di vigilanza che con un altro agente ha fermato l'uomo e lo ha identificato. Il borseggiatore, un giovane italiano, ha negato di aver sottratto i portafogli ma e' stato trattenuto per accertamenti. Non e' la prima volta che dei giornalisti vengono derubati nei capannelli per le interviste ai politici. A piazza Santi Apostoli, in particolare, si sono registrati ultimamente numerosi casi del genere

 

900 Schede Elettorali tra i Rifiuti. Si tratterebbe di un Errore

"Una distrazione o una dimenticanza."
Sono queste le prime dichiarazioni del presidente del seggio della scuola elementare di via de Cumio. Questa mattina 900 schede elettorali timbrate regolarmente e gia’ votate sono state trovate in scatoloni abbandonati vicino ad un cassonetto della spazzatura al Tuscolano.

Alcuni passanti hanno notato il materiale con il logo del Ministero della Difesa, hanno poi dato l’allarme, le schede appartengono al seggio 958 ospitato fino a lunedì nella scuola elementare Damiano Chiesa.
Sembra da scartare l’ipotesi del broglio visto che i voti erano gia’ stati conteggiati e i dati inviati alla prefettura.

La procura di Roma ha comunque aperto un’inchiesta. Non e’ da escludere che l’episodio sia la conseguenza di un grosso errore del presidente di seggio, complici gli addetti delle imprese che si occupano della pulizia della scuola e che hanno già ammesso di aver buttato gli scatoloni pensando si trattasse di rifiuti.
Un fatto simile era accaduto anche cinque anni fa, in occasione della precedente consultazione politica. Qualora dovessero emergere responsabilità da parte di qualcuno interessato a nascondere le schede, potrebbe essere ipotizzato il reato di soppressione di documenti pubblici. chi indaga è tuttavia orientato a ritenere che si sia trattato di un fatto accidentale.

11 aprile 2006 

Vigili Urbani in Bermuda Contro le Guide Turistiche Abusive

Tra le rovine del foro romano si spacciano per grandi esperti di storia e arte, invece sono guide abusive spesso impreparate.

I vigili urbani ne hanno denunciate 11, tra interpreti e guide erano tutte senza la regolare autorizzazione rilasciata dalla provincia. coreani, americani, australiani, tedeschi e anche due italiani. ad ogni turista le guide abusive chiedono tra i 5 e i 10 euro.

Nell’ultimo blitz i vigili hanno controllato 74 operatori tra piazza di spagna, il foro romano, il colosseo e il campidoglio. risultato: sono stati denunciati e multati di 172 euro 11 “abusivi” che ovviamente lavoravano in nero.

Con la pasqua e il caldo sono previsti a roma sempre piu’ turisti, la polizia municipale del gruppo intervento traffico diretto da carlo buttarelli si sta preparando ad un periodo pasquale e poi estivo di controlli sempre piu’ severi. La lotta contro le guide abusive riprenderà a pasquetta quando i monumenti saranno presi d’assalto, in quell’occasione i vigili urbani si travestiranno proprio da turisti, in bermuda, camicia hawaiana e macchina fotografica al collo sarà più facile smascherare i “topi” da comitiva.

10 aprile 2006 

Elezioni: Hanno Votato due Romani su Tre

Gli orari di maggiore affluenza sono stati a metà mattinata, nella seconda parte del pomeriggio e dopo cena. Alla chiusura dei seggi, alle 22, la prefettura di Roma ha tirato le fila. Nella capitale ieri ha votato il 68 per cento degli aventi diritto. Un dato superiore alla media nazionale che è del 66,5 % e della stessa provincia romana, dove ha votato il 67,3%.

Tra i quartieri dove si è registrata un’affluenza maggiore ci sono stati l’Eur, con il 70, 7% di votanti, ma anche i Parioli e il Tuscolano. Il municipio dove si e’ votato di meno e’ quello del centro storico, con il 63,6.

Tantissimi, poi, i romani che sono arrivati all’ufficio elettorale di via dei Cerchi per ottenere il duplicato della tessera elettorale. C'è poi anche chi si è messo in fila al Giulio Cesare in mezzo a migliaia di peruviani e solo dopo alcune ore di fila si è accorto che quella scuola era riservata ai cittadini del Perù per votare il loro presidente.

Difficile, invece, fare confronti con l’affluenza alle urne della scorsa tornata elettorale. Nel 2001 si voto’ in un solo giorno, e alla fine fu l’80,9% per cento degli aventi diritto ad andare al voto nella circoscrizione lazio 1. Questa volta, invece, i romani hanno tempo fino alle 15 di oggi per andare a esprimere la loro preferenza per il rinnovo di camera e senato.

alla chiusuradei seggi, alle 15, comincera’ lo spoglio a mano delle schede. I dati, poi, verranno inviati alla prefettura anche con lo scrutinio elttronico. Questo sistema permetera’ di sapere fin dal pomeriggio come hanno votato i romani, quali le loro preferenze politiche.




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city