20 maggio 2006 

Alemanno Vuole Spostare l'Ara Pacis in Periferia

Non smentisce la sua fama di critico senza peli sulla lingua Vittorio Sgarbi che questa mattina insieme al candidato a Sindaco della casa delle libertà Gianni Alemanno ha visitato l’Ara Pacis.

L’opera augustea di richard meyer riaperta il 21 aprile scorso dopo 7 anni di lavori è stata letteralmente demolita dal critico d’arte. Nella lista interminabile di aggettivi e provocazioni Sgarbi non risparmia nessuno. Comincia da “Veltroni che definisce peggio di Moggi, lo invita a dimettersi per essere processato per violenza al patrimonio artistico."

All'assessore all’urbanistica Morassut dice che è una zucca vuota e che la teca dell' Ara Pacis è peggio di punta Perotti e per questo deve essere abbattuta".

Nessuno sconto in termini sulla teca dell’ara pacis: l'ex sottosegretario ai beni culturali la definisce uno stupro, una brutta architettura contemporanea, un insulto alla cultura, un
manufatto orribile ed un progetto tutto sbagliato". Uno scempio che, neanche a dirlo, Sgarbi attribuisce al governo di centrodestra "che – dice - non ha utilizzato gli strumenti per impedire questo orrore". E tanto per rimanere sull’attualità, il critico d’arte parla dello scandalo che sta travolgendo il calcio italiano, paragonando la triade juventina alla coppia capitolina Veltroni-Morassut... per Sgarbi sono molto peggio di Moggi!

Più pragmatico il candidato Alemanno che sulla scia del suo sostenitore anticipa, in caso di vittoria, lo smantellamento dell’ara pacis e il trasferimento della struttura nella periferia della città. Nessun commento alle dichiarazioni di Sgarbi e alemanno da parte del sindaco Veltroni che molte brevemente ha risposto: non ho parole.

H Cossu

19 maggio 2006 

Al Via il Cantiere per il Raddoppio di Via Tiburtiana. Entro il 2009 la Fine dei Lavori

Parte il raddoppio della via Tiburtina tra Rebibbia e via di Marco Simone, ma non solo: il progetto prevede anche la realizzazione di un sottovia e di un ponte.

Grazie a queste opere infatti sarà possibile creare 4 anelli di viabilità collaterale di 9 chilometri che potranno drenare il traffico all’interno delle zone industriali e facilitare il collegamento tra le zone residenziali e quelle commerciali.

L’allargamento della tiburtina modificherà 550 mila metri quadrati del territorio e si completera’ entro il 2009. L’opera che costa 97 milioni di euro prevede in particolare due corsi e per senso di marcia per le auto e i mezzi pesanti, più un corridoio centrale per il trasporto pubblico.

A spiegare le diverse fasi del lavoro ci ha pensato questa mattina l’assessore comunale ai lavori pubblici D’Alessandro che assieme al sindaco di Roma Veltroni e a quello di Guidonia Lippiello hanno inaugurato il cantiere.

Entro dicembre 2006 verrano conclusi gli scavi archeologici senza interferire con la normale viabilità visto che verranno di volta in volta garantiti dei corridoi di scorrimento alternativi. Intanto si stanno anche predisponendo gli interventi nel sottosuolo per spostare la rete idrica elettrica e fognaria.

La Tiburtina ad oggi costituisce uno snodo critico in quanto circa 50 mila auto al giorno e 6 mila nelle ore di punta la attraversano. L’operazione che cambierà il volto della viabilità di questo quadrante della città rappresenta anche un opera di grande tecnologia visto che prevede di spostare la rete dei pubblici servizi che verrano trasferiti all’interno dei marciapiedi in appositi cavidotti.

Con il raddoppio inoltre verrà anche facilitato il collegamento tra le 3 viabilità tangenziali principali: il gran raccordo anulare, l’asse tra San Basilio e Tor Cervara e quello tra Marco Simone e l’A24.

 

Omicidio di Tor Bella Monaca: Si Stringe il Cerchio

Accanto al cadavere di Patrizia Silvestri sono state rilevate tracce di dna dell’ex marito gaetano tripodi. L’analisi su un mozzicone di sigaretta, una multifilter, trovata nel luogo del delitto, ha infatti chiarito che il camionista, 39enne, la sera del 2 maggio era con l’ex moglie.

Si aggiugono altre prove quindi a carico dell’uomo, accusato di aver ucciso Patrizia Silvestri di 49 anni, prima colpendola con un pugnale al cuore e poi decapitandola. Sull’arma sono stati trovate due tracce di sangue, quella della vittima e quella dell’assassino ed è risultato che il dna sull’impugnatura del coltello apparteneva a Gaetano Tripodi.

Inoltre secondo gli investigatori della mobile, la scatola nera del tir di tripodi indicherebbe la sua presenza sul luogo del delitto, nel distributore di servizio sulla casilina.
Dal carcere il trasportatore nega tutto. ma le rilevazioni tecniche effettuate sembrano lasciare spazio a pochi dubbi

18 maggio 2006 

Sciopero dei Mezzi: Roma si Ferma

Domani si annuncia un nuovo venerdì nero per il traffico. Tornano infatti a incrociare le braccia gli autisti di bus tram e metroploitane aderenti ai tre sindacati filt cgil, fit cisl e uil trasporti.
Dopo quello del 28 aprile arriva un nuovo sciopero e, vista l’alta adesione dell’ultima volta, si annuncia una giornata difficile per la città.

I mezzi pubblici si fermeranno dalle 8.30 alle 17.00 e dopo le 20 fino alla fine del turno. saranno garantite soltanto le fasce protette. Per tentare di limitare gli effetti sulla viabilità, il settimo dipartimento ha deciso di sospendere la zona a traffico limitato del centro storico dove quindi resteranno aperti i varchi elettronici.

Nei giorni scorsi sia il presidente della provincia enrico gasbarra sia il sindaco Walter Veltroni avevano lanciato un appello ai sindacati affinchè sospendessero lo sciopero senza però ottenere risultati. Le ragioni della protesta, che si protrae ormai da tempo, sono legate al mancato rinnovo della parte economica del contratto scaduto a fine 2005.
La vertenza è però arrivata a un punto di stallo e sembra per il momento lontano un accordo tra le associazioni del trasporto pubblico romano e i rappresentanti sindacali. chi volesse avere ulteriori informazioni sulle modalità dello sciopero può visitare il sito internet http://www.atac.roma.it/ o chiamare il centralino del comune 06.06.06.

Ile

 

Grosso Guaio a China Town. 130 Milioni di Euro Evasi al Fisco

130 milioni di euro evasi al fisco, tutti soldi che vengono dal quartiere Esquilino, dalla china town romana, soldi di imprenditori cinesi che operano soprattutto nel settore dell’abbigliamento.
Dopo un controllo durato mesi sulle attività commerciali cinesi e’ stata smascherata dalla guardia di finanza l’evasione milionaria. 9 persone sono state denunciate con l’accusa di frode fiscale, tutte di nazionalita’ cinese e proprietarie di altrettanti negozi. la frode aveva permesso di nascondere milioni di euro di ricavi.

L’analisi dei conti correnti e delle scritture contabili ha svelato il meccanismo della frode, il denaro proveniente da acquisti e vendite in nero finiva direttamente in cina

Le indagini della guarda di finanza vanno avanti, si indaga anche su un possibile coinvolgimento degli imprenditori cinesi in altre attività illecite, si ipotizza anche il reato di riciclaggio.

16 maggio 2006 

Caso Vera Heinzl: 4 Anni al Giovane Marocchino

Quattro anni, sei mesi e dieci giorni di reclusione. Questa la pena complessivamente inflitta dalla IV sezione del tribunale penale a Nabil Benyhaya, il giovane marocchino imputato nel processo sulla morte della turista tedesca Vera Heinzl. Il marocchino è stato ritenuto responsabile di aver fatto assumere hashish alla ragazza, e poi di omissione di soccorso, visto che la tedesca dopo aver fumato e bevuto si allontanò e cadde nel fiume.

Nabil è stato invece assolto dall’accusa di sequestro di persona. Il cadavere della giovane fu trovato il 20 agosto del 2004 nel tevere, all'altezza del ponte marconi.il 18 agosto vera e nabil si incontrano a piazza di spagna ed insieme ad altri amici bevono e fumano. In gruppo vanno in discote a poi gli altri vanno via lasciando e i 2 ragazzi da soli. A dare l’allarme della scomparsa della ragazza è Teresa, amica della turista che avverte che vera non è rientrata. 3 giorni dopo dal tevere riaffiora il corpo della giovane e il pubblico ministero gloria attanasio fa arrestare il marocchino con l’accusa di omicidio. L’autopsia dirà che la ragazza era ubriaca e che la morte avvenne per annegamento Benihyaya è stato riconosciuto colpevole anche di violenza sessuale ai danni di un'altra ragazza, una studentessa romana, avvenuta nel giugno 2004, due mesi prima della tragedia di vera.

15 maggio 2006 

Calcio Sotto Inchiesta: Moggi Interrogato a Roma

Ieri il giorno delle sue dimissioni da direttore generale della Juventus oggi quello dell’interrogatorio presso la caserma dei Carabinieri di via Inselci davanti ai pm di Napoli Narducci e Beatrice.
Si annuncia un’altra giornata difficile per Luciano Moggi. E intanto l’inchiesta che coinvolge lui e molti altri personaggi di spicco del mondo del calcio non si ferma.
L’indagine, avviata sulle partire del campionato 2004-2005, potrebbe estendersi anche ad altre stagioni, compresa quella che si è appena conclusa. Per la juventus il rischio è quello di vedersi negato il titolo di campione d’italia subito dopo averlo conquistato ma anche quello di una retrocessione in serie B. Rischio penalizzazione anche per gli altri club coinvolti: Milan, Fiorentina e Lazio.

Dopo i primi 18 incontri, considerati dai pm sospetti, almeno altre 10 gare potrebbe essere state pilotate dalla cosiddetta cupola e ad essere implicate sono due nuove squadre il siena e il messina entrambe parte del sospetto “giro moggi”.

A quanto pare conseguenze pesanti potrebbero scaturire dall’interrogatorio di ieri dell’arbitro paparesta che ha ispiegato le ragioni per le quali sarebbe stato chiuso a chiave dentro lo spogliatoio dopo l’incontro reggina juventus del 6 novembre 2004 finito 2 a1. Il direttore di gara ha raccontato di come fosse impossibile mettersi contro moggi. “se non ti piegavi eri fuori, anch’io mi sono dovuto adeguare” ha dichiarato ai catrabinieri.

 

Lezioni di Ballo Gratuite al Festival del Tango

La prima edizione del Roma Tango Festival promette di stupire un po' tutti: chi il tango lo pratica da tempo, chi lo vorrebbe ballare e chi con il tango ci lavora. Non a caso vanta un altro primato, quello di primo festival italiano per non appassionati. Nonostante il boom delle danza, il tango continua a rappresentare in Italia un fenomeno di nicchia, chiuso nella penombra delle magiche tangherie.

Un rito che si celebra ogni notte ma che stenta a rigenerarsi, ad annoverare nuovi appassionati. Il Roma Tango Festival si propone quindi un obiettivo preciso: se le persone non vanno al tango, sarà il tango ad andare da loro. La kermesse sarà ospitata nel centro storico della capitale, in luoghi suggestivi come la Galleria Sordi, il Teatro Capranica, il Complesso Monumentale di Santo Spirito in Saxia e il Teatro Sistina. Chi vorrà provare a muovere i primi passi, potrà prendere lezioni gratuite dai migliori maestri romani ed argentini presso la Galleria Sordi che dalle 18 in poi si trasformerà in una piccola Buenos Aires, animata da esibizioni, musica dal vivo e milonghe libere.

Ma il vero scopo degli organizzatori è quello di dar vita ad un festival che sia un punto di riferimento per i tangheri italiani ed europei. Ecco allora che arrivano i grandi nomi, primo fra tutti quello di Miguel Angel Zotto: il celebre ballerino porta in scena al Teatro Sistina lo spettacolo La Historia - il più grande Spettacolo di Tango del Mondo. In un emozionante percorso a ritroso la compagnia TangoX2 ripercorre i suoi 20 anni di carriera. La formula è quella del musical in due atti con accompagnamento dal vivo: nel primo vengono riproposti i passi, i costumi e le musiche più suggestive degli spettacoli precedenti. Nel secondo tutto ruota intorno alla donna e al bandoneon, ingredienti fondamentali di un tango di successo. In onore di Miguel Angel Zotto si terrà, sabato 20 presso il Teatro Capranica, una serata di gala durante la quale lo stesso Zotto si esibirà accompagnato dalla ballerina Romina Levin. A musicare l'evento il Trio Flores del Alma. Per gli amanti delle nuove sonorità venerdì 19, sempre presso il Capranica, i due mondi del tango si scontreranno in un'interessante sfida: Milonga Vs Electro milonga, ovvero la musica tradizionale contro il tango nuevo. Per la musica dal vivo si esibirà il musicista jazz Franco Finocchiaro, già collaboratore di artisti come Chat Baker e Lee Konitz ora leader dei Flores del Alma, per le sperimentazioni elettroniche i Tanghetto.

Da lunedì 22 a giovedì 25 al Capranica l'Orchestra Ensemble Hyperion, accompagnata dalla voce della cantante Georgina Vargas, eseguirà un ciclo di otto concerti dal titolo La noche de los reyes, sul palco balleranno alcune coppie di maestri romani e argentini come Eduardo Moyano e Marcela Zsurkalo, Mauro Barreras e Roberta Beccarini e Marco Evola e Paola Palaia. Venerdì 26 un concerto evento da non perdere: i TangoSeis, formazione attiva nel panorama internazionale da dieci anni, proporranno un omaggio ad Astor Piazzolla. Ad accompagnarli ci sarà l'esibizione dei ballerini Ezequiel y Geraldine Paludi. A concludere la kermesse, sabato 28 presso il complesso monumentale di Santo Spirito in Saxia, uno spettacolo che promuove la fusione fra tango e teatro: in un recital dal titolo Un tango per la vita Giorgio Albertazzi interpreterà brani tratti dalle opere di Borges accompagnato dalla musica dei TangoSeis e dalla danza di Gerardo Quiroz e Roberta Coen. Durante l'intera durata del festival si alterneranno numerose iniziative legate al mondo del tango: dagli stage con i maestri internazionali alla presentazione del libro Tango inesorabile di Syusy Blady, dalla mostra fotografica Sonnambulismi alla mostra di quadri sul tango.

Il festival ospiterà anche una tappa del prestigioso Campionato del mondo di Buenos Aires, competizione agonistica per ballerini per la prima volta in Italia. Per ulteriori informazioni e prenotazioni: numero verde 800.90.70.80 o http://www.romatangofestival.it/.

14 maggio 2006 

Tre Anni Per La Nuova Stazione Tiburtina. I Lavori però Procedono a Rilento

Entro il 2009 nascerà la nuova stazione Tiburtina, mentre tra due anni, per il 2008, sarà pronto il nuovo tratto di tangenziale.
Il più grande cantiere di Roma: 110 operai per un costo di 500 milioni di euro. una stazione totalmente nuova con servizi e uffici, con l’alta velocità e la ferrovia che porta alla nuova fiera di Roma.

Una struttura all’avanguardia costruita sul modello delle areostazioni, con un grande ponte collegato ai binari attraverso scale mobili. La nuova stazione si estenderà per una superficie di 48.000 mq.
Fin’ora è stato costruita la base del ponte che costituisce il cuore della struttura, la grande piastra che passa sopra il fascio dei binari e che collegherà il quartiere nomentanta e pietralata.

I lavori però sono parzialmente bloccati a causa di un contenzioso tra le due ditte che si sono aggiudicate la gara di realizzazione. Potranno ripartire solo dopo il via libera del Tar, la decisione e’ prevista per il prossimo 22 giugno. Lo stop per il momento interessa il 30 per cento del cantiere.

I lavori prevedono la costruzione di 500.000 metri cubi di edifici destinati a uffici e servizi che nasceranno sul lato di pietralata. il progetto trasformerà anche la viabilità della zona, 3 km di galleria partiranno dalla batteria nomentana per riemergere con un ponte sopra i binari a portonaccio, i lavori permetteranno l’abbattimento della sopraelevata di fronte alla stazione.




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city