09 giugno 2006 

Novità per Motorini e Microcar: per 600 Mila Obbligo di Nuova Targa

Non c’è pace per cinquantini e microcar. A quasi un anno dalla legge che minacciava la confisca per chi trasportava illegalmente un passeggero, in pratica mai applicata ma ancora in vigore, sono in vista altre novità importanti.

Dal 15 luglio prenderà il via il piano per dotare tutti i mezzi in circolazione di nuove targhe, più grandi e leggibili di quelle attuali. solo nella capitale sono interessati 600.000 scooter e 5.000 microcar.

I mezzi immatricolati dopo la prima metà di luglio saranno automaticamente dotati dei nuovi contrassegni, mentre tutti gli altri dovranno seguire un calendario, che la motorizzazione civile dovrebbe diramare tra una decina di giorni, che porterà ad una sostituzione graduale, a seconda dell’anno di immatricolazione del mezzo.

Oltre ad essere più leggibili, le nuove targhe avranno il vantaggio di non essere più legate solamente al proprietario, come accade per quelle attuali. Con il nuovo sistema targa, mezzo e proprietario saranno uniti da un unico filo, come già accade, in pratica, per le automobili o gli scooter di maggiore cilindrata. questo renderà più difficile il furto e la contraffazione dei ciclomotori. Quel che resta da verificare, e si tratta forse del dettaglio più spinoso, è la parte economica dell’operazione. dato quasi per scontato che la sostituzione della targa non sarà a costo zero per gli utenti, si aspetta di sapere da motorizzazione e ministero dei trasporti a quanto ammonterà il costo della pratica.

RCesari

 

Vertenza Atesia: Sit In in Ministero

La lotta dei precari, dei dipendenti atesia, arriva di fronte al ministero del lavoro a via Veneto.
Sindacati confederali e imprenditori dell’azienda di call center si sono già incontrati per trovare una soluzione, ma il fronte dei lavoratori è spaccato.

Cgil, Cisl e Uil hanno tentato la strada della mediazione, un accordo prevedeva un percorso di stabilizzazione attraverso contratti di apprendistato e inserimento per 1800 dei quasi 4000 precari. Una soluzione di mezzo che almeno aveva trovato il favore dell’azienda ma non dei lavoratori del collettivo che oggi sono scesi in piazza.

Un anno fa i dipendenti presentarono un esposto chiedendo controlli sulla situazione contrattuale, secondo le prime verifiche la maggior parte dei contratti a progetto sarebbe irregolare. Atesia rappresenta il caso limite del precariato: 3.800 contratti atipici su 4.000 dipendenti.

Lo scenario adesso si complica. I Sindacati hanno chiesto formalmente all’azienda la sospensione dell’accordo, l’atesia vuole invece andare avanti con una stabilizzazione graduale di parte dei precari. Se gli ispettori dovessero confermare l’irregolarità dei contratti i sindacati a questo punto potrebbero ritirare la firma. Rottura completa delle trattative e soprattutto il rischio concreto per centinaia di persone di perdere il posto seppure precario.

08 giugno 2006 

Il Colpo Delle Azalee: E' stato un Furto su Commissione

Polizia e carabinieri svolgono le indagini con il massimo impegno, ma sarà difficile individuare i ladri dei 34 vasi contenenti le celebri azalee di piazza di Spagna.

Gli indizi sono pochi, per gli investigatori si è trattato di un furto su commissione, messo a segno poco prima della fine della esposizione di primavera, terminata a metà maggio. Sulla scalinata di Trinita’ de’ Monti erano 650 le piante esposte, mentre la collezione del Campidoglio conta 3mila esemplari.

In 70 anni di iniziative del genere non si era mai verificato un furto cosi’ clamoroso. Tra le azalee trafugate anche le preziose rododendrum indicum bianco piazza di Spagna , uniche al mondo e ottenute dagli esperti dell’ufficio giardini grazie ad anni di lavoro. Basti pensare che per far arrivare a maturità ogni esemplare ci sono voluti 15 anni. L’ipotesi del furto organizzato da qualche appassionato delle azalee di piazza di Spagna è avvalorata dal fatto che le piante devono essere oggetto di una cura notevole: devono essere tenute ad una temperatura di circa 20 gradi, vanno concimate due volte, in periodi diversi dell’anno, e la lotta ai loro parassiti, in primo luogo il ragno rosso, deve essere fatta solo attraverso metodo biologicio, cioè l’uso di insetti antagonisti i ladri avrebbero agito di notte, sono al vaglio degli inquirenti i filmati delle telecamere di sicurezza, sistemate su una delle piazze più famose del mondo e che dovrebbe essere ben sorvegliata, anche e soprattutto la notte.

Defo

 

Toto Giunta: Ecco la Squadra di Veltroni

La nuova giunta si riunirà per la prima volta oggi alle 16. Squadra confermata con qualche novità e una donna assessore in meno rispetto alla scorsa consiliatura.

Vicesindaco Maria Pia Garavaglia con delega al turismo. Confermati Gianni Borgna alla cultura, Mauro Calamante alla mobilità, Marco Causi al bilancio, Maria Coscia alla scuola, Giancarlo D’alessandro ai lavori pubblici, Dario Esposito all’ambiente, Mariella Gramaglia alla semplificazione amministrativa, Raffaela Milano agli affari sociali, Claudio Minelli alla casa, e Roberto Morassut all’urbanistica.

Nuovi assessori saranno Lia di Renzo all’infanzia, Lucio D’ubaldo al personale, Dante Pomponi alle periferie, Gaetano Rizzo al commercio e nuovo assessorato all’università affidato a Gian Leonard Toudi.

Tra i nuovi assessori D’ubaldo al personale è già stato capo di gabinetto del presidente della provincia nel 2003, Pomponi alle periferie ex capogruppo per rifondazione comunista in V Municipio, Rizzo al comemrcio ex presidente della comm urbanistica, Lia di Renzo all’infanzia è stata la preside della scuola Mazzini. Il sindaco ha ringraziato tutti per l’attenzione durante il suo ricovero al gemelli e gli assessori non riconfermati, con loro Silvio di Francia che ricoprirà il ruolo di portavoce con delega ai rapporti tra la giunta e il consiglio.

07 giugno 2006 

Erosione delle Coste Laziali, si Perde 1 Metro di Spiaggia Ogni Anno

Sos erosione nel litorale laziale. Su circa 350 km di spiagge, ogni anno se ne perde almeno un metro tanto che oggi nel Lazio è a rischio il 54% della costa.

Numeri allarmanti contenuti nel rapporto messo a punto dal consiglio nazionale delle ricerche sullo stato di salute dei litorali italiani. La maglia nera per spiagge più a rischio va al Molise con il 91% di erosione, segue la Basilicata con il 78, la Puglia con il 65 e Marche e Lazio a pari merito con il 54%.

Il rapporto completo sull’erosione delle coste italiane sarà presentato domani nella sede del cnr.
Ma la situazione delle coste laziali e non solo si preannuncia già allarmante soprattutto se si guardano i numeri dell’erosione del 2005 contenuti nel dossier di legambiente.

L’anno scorso erano 122 i km di costa in erosione pari al 34,7% e il fenomeno tende via via a diventare più ampio. Tra le cause che saranno discusse domani c’è l' innalzamento del livello marino: 15 cm nell'ultimo secolo ma anche l’illegalità forte sorpattutto sul litorale laziale.

Secondo legambiente sempre l’anno scorso sono stati compiuti oltre quattro reati al chilometro tanto da collocare il lazio al quarto posto nella classifica nazionale. Ogni anno infatti in maniera del tutto illegale vengono prelevate tonnellate di sabbia che servirebbero a riapprovvigionare in maniera naturale gli habitat della costa e che invece finiscono per essere utilizzati nell’edilizia, per costruire barriere fluviali o per lavori di genio civile. Tutti fenomeni di cui domani parlerà giuliano fierro: responsabile di un rapporto che in sé racchiude problemi e soluzioni per l’erosione delle spiagge di casa nostra.

 

Consultazioni Per la Nuova Giunta Capitolina, Domani le Nomine

Tra incontri e scontri con i segretari dei partiti si dovrebbe giungere forse addirittura entro domani alla nomina della nuova giunta che accompagnerà il sindaco Veltroni nel suo secondo mandato.

Un lavoro complicato reso ancor più difficile dal risultato di una coalizione molto larga che, ora, chiede maggior visibilità istituzionale. I ds sono per una soluzione di continuità: squadra vincente non si cambia e, dunque, conferma per tutti gli assessori, da d’Alessandro ai lavori pubblici a Morassut all’urbanistica fino a Borgna, decano della cultura.

La margherita, dopo aver invano cercato di togliere a Maria Pia Garavaglia la poltrona di vice sindaco, ha invece in mente una sorta di rivoluzione: in nome del cambiamento è pronta a sostituire i propri assessori Hermanin al personale e Cioffarelli al commercio. L’obiettivo di questa strategia sarebbe la conquista dell’assessorato ai lavori pubblici.e intanto si continua a navigare nell’incertezza sulla sorte di Alberto Michelini: il suo gruppo, i moderati per veltroni, ha raccolto una buona percentuale di voto ma il capolista non è stato eletto.

Per questo, secondo indiscrezioni, sarebbe avviato alla carica di delegato alla famiglia: un incarico su cui pone il veto rifondazione comunista: a minacciarlo è l’ex presidente dell’XI municipio Massimigliano Smeriglio, oggi deputato e presidente della federazione romana. Se tra poco tutti questi dubbi saranno sciolti, non si può dire altrettanto per l’elezione dei nuovi parlamentini locali, dove l’attesa per conoscere i nuovi consiglieri sarà ancor più lunga. E' proprio qui che la lotta per lo scranno si fa più acuta, perché basta un voto di preferenze in più o in meno per sancire l’elezione. Ma, un po’ per le migliaia di contestazioni da valutare una a una e un po’ per un meccanismo di scrutinio complicato, le proclamazioni uffiali degli eletti si avranno probabilmente solo tra una decina di giorni.

Ogni municipio infatti proprio come un piccolo comune ha un prorpio seggio centrale dove un magistrato esamina i verbali e controlla le contestazioni. un lavoro certosino, tanto che gli unici ad aver comumnicato i riusltati definitivi all’ufficio eletorale centrale di via della Greca sono stati i municipi III e XVII, i più piccoli di Roma. Nel resto delle ex circoscrizioni siamo circa a metà dell’opera.

LParisi

06 giugno 2006 

Ostia: Presi i Killer del Pensionato

Sarebbero due clandestini gli assassini di Mario Carpineti, il 72enne ucciso brutalmente una settimana fa in un albergo ad ostia.

Entrambi romeni, Ambalsh Christian di 31 anni e Trestaru Adelin di 23 stavano cercando di fuggire dall’Italia, sono stati arrestati domenica mattina alle 6 a via di malagrotta mentre cercavano di prendere un autobus per la stazione Tiburtina.

I due non avevano precedenti penali, senza una dimora fissa e senza lavoro, nei giorni scorsi erano andati in toscana e poi in calabria alla ricerca di contatti e aiuti per fuggire dall’Italia.
Nell’omicidio di Carpineti non ci sarebbe stata premeditazione visto che uno dei due romeni aveva lasciato il documento all’ingresso dell’albergo, e’ da quel documento che i carabinieri della compagnia di ostia sono partiti per rintracciare i due presunti assassini. Ad incastrare i due immigrati anche un vistoso tatuaggio sul collo di Ambals Kristian, un tribale che era stato notato da uno dei dipendenti dell’albergo.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, i due romeni prima di scappare dall’hotel si erano impossessati del denaro e degli oggetti personali del pensionato. La vittima aveva adescato i due romeni alla stazione Termini e poi si era dato appuntamento all’albergo di ostia, nella stanza 210 qualcosa però e’ andato storto, l’uomo e’ stato colpito violentemente alla testa e poi soffocato con un cuscino. I due romeni, arrestati dai carabinieri del gruppo territoriale di ostia, sono ora nel carcere di regina coeli e dovranno rispondere di omicidio volontario.

05 giugno 2006 

Via Petroselli: Documenti col Contagoccie

Nuova anagrafe e vecchi problemi, all’ufficio demografico di via Petroselli 50 al I municipio, chi prova a cambiare residenza o a rinnovare la carta d'identità si scontra contro burocrazia e disinformazione.

Gli orari all’ingresso segnano chiaramente che la chiusura degli uffici è prevista per le 12.30, peccato però che sul foglio manca un dato fondamentale

"Non lo sapevo che davano solo 50 carte di credito" -dice un cittadino-, "l'orario segna le 12.30 io sono venuto alle 11:00 ma l'ufficio era già chiuso"

Dal lunedì al venerdì 50 carte d’identita’, 20 cambi di residenza e 150 richieste di certificati a vista. una volta raggiunti questi numeri l’ufficio chiude i battenti, a volte basta anche un’ora…

"Che ci vuole, in un'ora già hanno fatto tutti questi documenti e chiudono. La cosa grave è che non siamo informati, io non lo sapevo e fuori non c'è scritto"

L’ufficio anagrafe di via Petroselli, da poco ristrutturato, serve 123.000 persone, tutti residenti del i municipio, piu’ i dipendenti dei numerosi uffici nella zona. a detta della dirigenza dell’anagrafe il servizio col contagocce e’ stato deciso per la cronica mancanza di personale… ma oltre ai dipendenti, all’anagrafe manca anche l’informazione ai cittadini…

 

Municpio: Lo Scrutinio Infinito, Attesa per i Consiglieri Eletti

Sono già pronti i nomi dei consiglieri eletti nei municpi III e XVII, in quest’ultimo a totalizzare il maggior numero di voti è stato Luigi Avveduto di alleanza nazionale, con 757 preferenze. Anche nel muncipio di san Lorenzo e piazza Bologna il primo degli eletti siede sul banco dell’opposizione, ma è una donna: si tratta di Emma Renelli di alleanza nazionale con circa 600 voti. Per tutti gli altri municipi bisognerà ancora attendere e non poco.

A una settimana dalla chiusura dei seggi per le elezioni amministrative, i candidati ai 19 parlamentini circoscrizionali aspettano ancora il verdetto dello spoglio delle schede. Una lentezza anomala che ha portato a rimandare di giorno in giorno, la conferma dei risultati. Colpa dei verbali delle sezioni, risultati pieni di errori e di sviste. Colpa del voto disgiunto, in base al quale molte schede sono state annullate, ma l’annullamento è stato poi contestato dai rappresentanti di lista. Colpa anche del ponte per il 2 giugno che ha provocato un ralentamento del lavoro delle commissioni incaricate di rivedere i verbali.

E' nel seggio centrale di ogni municipio che confluiscono i voti delle singole sezioni. Qui vengono ricontati seggio per seggio partito per partito candidato per candidato prima di arrivare all’ufficio elettorale centrale dove vengono registrati i dati definitivi. In ciascun municipio le operazioni sono effettuate da una commissione per composta da 4 membri e un segretario, cancelliere del tribunale, e presieduta da un magistrato, spesso è molto impegnato…da qui derivano molti ritardi. Nel XVI municipio ad esempio il magistrato assente da giovedì tornerà mercoledì prossimo e solo allora riprenderanno i lavori.

Fermi da giovedì anche i controlli dei verbali nel X, XII e XVIII municipio dove si è ripreso oggi a ricontare e serviranno almeno un altro paio di giorni. Degli ottomila candidati, pochi quelli che contano su uno scarto ampio, comunicato dai rappresentanti di lista, che possa già dare loro la certezza di essere stati eletti e di andare a comporre il consiglio locale che conta 24 componenti. Tantissimi invece i candidati in bilico, che cullano la speranza di farcela, magari, per un pugno di voti.

LParisi




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city