15 luglio 2006 

Inchiesta Calcio: Roma in Champions, Juve, Lazio e Fiorentina in B

Serie A sconvolta, dopo le decisioni della Caf. Mentre tre squadre - Juventus, Lazio e Fiorentina - scivolano in B, altrettante possono essere quasi sicure di tornare nel campionato maggiore. Messina, Lecce e Treviso, retrocesse nella passata stagione, sono destinate a prendere il posto delle società punite dalla sentenza dello scandalo calcio. Niente da fare per il Bologna, invece, dato che la quarta squadra coinvolta - il Milan - è rimasta in A, seppur rinunciando alla Coppa Europea.

Nel caso in cui si decidesse di ridurre la Serie A da 20 a 18 squadre, come proposto nei giorni scorsi dal commissario straordinario della Figc, Guido Rossi, solo una delle tre neoretrocesse riuscirebbe a reinserirsi nel grande giro della Serie A. Questa, però, al momento sembra destinata a rimanere solo un'ipotesi.

Con la sentenza di stasera, Juventus, Fiorentina, Lazio e Milan perdono anche il diritto a disputare le coppe europee (bianconeri, rossoneri e viola avrebbero dovuto partecipare alla Champions League, i biancocelesti alla Coppa Uefa). La posizione dei rossoneri è tuttavia ancora in bilico: sono tre i posti a disposizione nella Coppa Uefa e con i 44 punti di penalizzazione il Milan si "classifica" quarto, alle spalle dell'Empoli. Ma l'Empoli ha rinunciato a partecipare alle coppe europee e questo potrebbe rimettere in gioco la squadra di Silvio Berlusconi.

Inter e Roma vanno quindi in Champions League, Chievo e Palermo ai preliminari. Livorno e Parma, invece, prenderanno parte alla prossima Coppa Uefa, dove per soli cinque punti avrebbe potuto trovare spazio anche il Milan, adesso fermo a quota 44, contro i 49 dei toscani.

Queste le probabili venti di A: Ascoli, Atalanta, Cagliari, Catania, Chievo Verona, Empoli, Inter, Lecce, Livorno, Messina, Milan (-15), Palermo, Parma, Reggina, Roma, Sampdoria, Siena, Udinese, Torino e Treviso.

Queste le possibili ventidue di B: Albinoleffe, Arezzo, Bari, Bologna, Brescia, Cesena, Crotone, Fiorentina (-12), Frosinone, Genoa, Juventus (-30), Lazio (-7), Mantova, Modena, Napoli, Pescara, Piacenza, Rimini, Spezia, Triestina, Verona e Vicenza.

Moggi e Giraudo: 5 anni e radiazione. Un anno a Galliani. Lotito: 3 anni e 6 mesi. Diego Della Valle: 4 anni. 4 anni e mezzo a Carraro, 5 a Mazzini. De Santis: 4 anni e mezzo. Prosciolti 5 arbitri su 8. Bergamo non giudicabile. Pairetto e Lanese: 2 anni e 6 mesi. Ripescate in A Lecce, Messina e Treviso.

14 luglio 2006 

Caso Materazzi: La Procura Apre Un'Inchesta

La Fifa ha avviato un procedimento disciplinare contro Marco Materazzi, per accertare sue eventuali responsabilità nell'espulsione di Zinedine Zidane nei tempi supplementari della finale del Mondiale tra Italia e Francia.

Ieri, parlando per la prima volta dopo il cartellino rosso rimediato per una testata al difensore italiano, il capitano della Francia ha affermato che a far scattare la sua reazione violenta erano stati gli insulti alla madre, Lila Zidane, e alla sorella. Materazzi e Zidane sono stati convocati per giovedì prossimo a Zurigo, in vista di un faccia a faccia tra i due davanti al comitato disciplinare della Fifa.

Lo ha deciso la stessa federcalcio internazionale. L'italiano ha chiesto e ottenuto però di anticipare a domani l'audizione essendo impossibilitato a recarsi in Svizzera il 20 luglio. Le due audizioni saranno comunque l'ultimo atto della vicenda che li ha coinvolti: in precedenza Zidane dovrà inoltrare una spiegazione scritta dei fatti del 9 luglio, alla quale Materazzi dovrà rispondere. Dal canto suo Materazzi ha ammesso ieri di aver avuto uno scambio di insulti con Zidane, ma ha escluso di aver offeso la madre così come ha negato di essere stato lui ad aprire le ostilità.

"Se guardate le immagini televisive - si è difeso l'interista - vedrete che non sono stato io il primo a parlare ma lui". "Chi mi conosce - ha aggiunto Materazzi - sa che ancora oggi non riesco a parlare di mia madre senza che mi venga da piangere. L'ho persa a 15 anni e ancora oggi questa è una ferita aperta. Non insulterei mai nessuno tirando in ballo la mamma".

 

Tassisti Bloccano Ancora Piazza Venezia. Dalla Notte Presidi in Centro e Fiumicino

Rotte le trattative i tassisti bloccano ancora la città, e lo fanno di notte. Va avanti dalle 22.30 il presidio a Piazza Venezia dove circa 200 auto bianche hanno assediato il centro e stanno ancora creando problemi alla viabilità.

A far scattare l’ira dei tassisti il nuovo fallimento del dialogo tra governo e rappresentanti di categoria. La protesta si è estesa anche all'aeroporto di Fiumicino, decine di turisti sono rimasti a piedi e sono stati costretti a ripiegare sui terni o sulle auto a nolleggio.
Stessa situazione in centro, icredula i turisti.

La protesta nella notte è dilagata un pò ovunque, auto bianche hanno sfilato a via veneto e a piazza annibaliano al quartiere africano. Oggi nuove azioni di protesta con disagi per cittadini e turisti. La chiusura di piazza Venezia ha obbligato l’atac a deviare 33 linee di bus con forti ripercussioni sul traffico e su chi deve andare a lavoro.

Dopo la rottura delle trattative i leader sindacali della categoria fanno sapere che la mobilitazione riguarda tutto il paese e che molti tassisti stanno venendo a Roma per unirsi alla protesta. Intanto sui blocchi forzati della scorsa settimana dei taxi la procura di roma ha aperto un fascicolo ipotizzando il reato di turbativa al pubblico servizio…

13 luglio 2006 

Maturità 2006 a Roma: Aumentano i Bocciati

Finite le fatiche della maturità per 30 mila studenti romani arriva ora il momento della verità.
Quel che è fatto è fatto ed è ora tempo di quadri; ancora non sono usciti in tutte le scuole di roma ma secondo i primi dati aumentano i bocciati rispetto alle medie degli altri anni.

I piu’ “bravi” sono gli studenti dei licei, non hanno passato l’esame di fine anno l’1-2% dei ragazzi, e’ andata peggio negli istituti tecnico professionali: il numero dei bocciati sale al 3-4% dei maturandi. Secondo i dati diffusi dall’istituto di valutazione del sistema educativo non ha passato l’esame finale a roma e provincia il 3,2% degli studenti, il 96,8% e’ stato quindi promosso.

Record negativo per il liceo scientifico di viale Manzoni con 6 respinti su 20 alunni in una sola classe, brutte sorprese anche al tecnico industriale dell’Esquilino; la percentuale di bocciati è raddoppiata dal 5% dello scorso anno all’11,5 del 2006 con 17 candidati respinti su 148.
positivi i risultati ai licei Avogadro e Righi e nei classici Manara e Visconti, scuole in cui non sono mancati i 100. Un solo bocciato al Plinio ma tanti hanno preso il voto minimo: 60. Bene anche i ragazzi del classico Mamiani e dello scientifico Cavour dove i voti in media sono sopra l’80.

Più bocciati invece allo scientifico di Monteverde, il Morganti: la percentuale di non promossi è del 4%, l’anno scorso era dell’1,3. Stessa situazione al tecnico commerciale Federico Caffè: i bocciati sono il 10% contro il 6 dello scorso anno.

12 luglio 2006 

Banda Moldava Sgominata a Tor Marancia

Un’indagine durata due anni e che ha portato al fermo di sette persone, tutte di origine moldava, con un’età compresa tra i 20 e i 35 anni.
I componenti del gruppo arrestati questa mattina sono ex membri delle forze dell’ordine moldave e provengono da reparti operativi dei paracadutisti e dell’esercito.

L’operazione, coordinata dal pm Roberto Staffa della Procura della Repubblica di Roma e presentata questa mattina all’interno della questura capitolina, ha visto impegnati il commissariato di Tor Carbone, la squadra mobile della capitale e la sezione della polizia giudiziaria presso la procura. Dalle attività investigative sono emerse gravi ipotesi di reato per i sette moldavi che vanno dall’associazione di stampo mafioso all’estorsione. Le persone arrestate sono inoltre accusate di traffico clandestino di documenti e di favorire illegalmente l’immigrazione.

Uno di loro è anche accusato di violenza nei confronti di una donna in segno di ritorsione in quanto la famiglia di questa si rifiutava di pagare il pizzo. L’organizzazione operava su base internazionale con una propria sede in Moldavia e diramazioni in molte città italiane con al centro la capitale e il suo litorale. Ancora ricercato il capo dell’organizzazione che molto probabilmente si trova in questo momento nel proprio paese di origine dove venivano mandati e reinvestiti i proventi dell’organizzazione.

 

Trovate Ossa Umane a Torvajanica. Erano lì da Almeno 10 Anni

Un ritrovamento inquetante che cela una storia che ha sicuramente del macabro. In un cantiere di Torvajanica sono stati scoperti 7 teschi umani, 8 femori e circa 400 reperti ossei appartenenti a uomini o donne morte da non più di dieci anni.

Non si tratta dunque di reperti archeologici, ma di ossa di uomini e sicuramente di età compresa tra i 20 e i 40 anni, perché la dentatura è perfetta ma fa anche escludere diverse ipotesi. Forse anche quella che si tratti di persone dell’est, i primi ritrovamenti sono avvenuti ieri intorno alle 16.30 dagli operai del cantiere che si trova in via Carlo alberto dalla Chiesa, aperto da appena un mese e giunto in questi giorni agli scavi delle fondamenta.

Avvertiti i carabinieri sono scattate le indagini e la zona (ristretta) dei ritrovamenti è ora sotto sequestro. Con il proseguimento degli scavi a cira tre metri di profondità è di oggi la scoperta di altri 4 teschi e numerose ossa che però secondo il medico legale non sono sufficienti a ricostruire i corpi di sette persone. Tutti i pezzi sono stati trasferiti all’istituto di medicina legale di Torvergata per il proseguinmento delle indagini e delle analisi morfologiche per risalire all’identità di queste persone che ora verranno benedette e sepolte probabilmente nel cimitero di torvaianica o di pomezia. Le indagini dei carbinieri faranno il resto.

Già si pensa alla scomparsa di alcuni abitanti di Torvajanica, non tutti ricollegabili a questi ritrovamenti. tutte le ipotesi sono aperte: certo è che fino ad un mese fa la zona del ritrovamento era un campo incolto perfetto per fare sparire dei corpi.

UDiCarlo

11 luglio 2006 

Svastiche nel Ghetto di Roma

Un inquietante episodio di antisemitismo nel centro di Roma: svastiche sono state disegnate nel ghetto. Sono state scoperte questa mattina e si presume siano state tracciate nella notte dei festeggiamenti per la vittoria della Nazionale ai Mondiali di calcio.

Proprio oggi il ministro dell'Interno Giuliano Amato è stato in visita alla sinagoga di Roma, dove non ha mancato di sottolineare l'indignazione per quanto accaduto e condannare il gesto.

Dure le parole di Amato: "Mi vergogno da italiano che da ministro dell'Interno mi debba preoccupare di dover garantire sicurezza e tranquillità alla comunità ebraica". "Non ci dovrebbero essere - ha sottolineato il ministro - queste ragioni di preoccupazione, ma, ahimé, ci sono. Basta una notte di festeggiamenti perché la Nazionale ha vinto i Mondiali perché qualche imbecille arrivi nel ghetto e scriva delle cose inammissibili

10 luglio 2006 

Il Programma della Notte Bianca 2006. Si "Balla" 8 e 9 Settembre

La notte bianca fa il bis e per questa quarta edizione avrà la durata di 2 giorni l'8 e il 9 settembre. Una kermesse piena di novità che si sviluppera attorno a 5 parole che corrisponderanno ad altrettanti percorsi tematici.

Meraviglia, poesia, mistero, festa e gioco: saranno questi gli itenerari che accompagneranno turisti e romani alla scoperta della serata cittadina dedicata per eccellenza alla cultura e al divertimento. Il programma diella notte bianca 2006 è stato presentato questa mattina dal sindaco in Campidoglio.

Quest’anno tra le novita l’accensione grazie al sostegno dell'italgas del gazometro che come ha ricordato Veltroni è uno dei segni di roma: che per l’occasione diventerà una monumentale scultura di luce alta 92 metri, simbolo e promessa di un risanamento dell'aria per il resto come dal centro alla periferia l’intera metropoli sarà coinvolta si iniziera l’8 con una serata di musica a piazza Siena.

Al vittoriano invece ci sara la mostra di Pratt, sul suo personaggio più noto Corto Maltese. Il 9 si partirà dal Campidoglio per coinvolgere chi parteciperà in centinaia di eventi strade piazze monumenti ville teatri luoghi d’arte e di culto ancora una volta aperti per una due giorni indimenticabile.

 

La Coppa del Mondo a Roma, la Festa della Vittoria

La Coppa del Mondo arriva a Roma con gli azzurri, direttamente da Berlino, diretti prima verso Palazzo Chigi, dove li aspetta il presidente del Consiglio Romano Prodi. E poi, al Circo Massimo, già ieri sera teatro dei festeggiamenti dopo la partita decisiva contro la Francia, e dove stasera i tifosi tributeranno il dovuto omaggio ai campioni di Germania.

L'arrivo dell'aereo con la Nazionale e lo staff è previsto intorno alle 18.30 all'aeroporto militare di Pratica di Mare, alle porte della capitale. La scelta dello scalo è stata decisi dal Prefetto di Roma, Achille Serra, per motivi di ordine pubblico: si è pensato a Pratica di Mare, ha spiegato, "dove a nessuno è consentito avvicinarsi tranne che ai giornalisti accreditati per i quali all'atterraggio verrà fatta una conferenza stampa".

Finito l'incontro con la stampa, ad aspettare gli azzurri ci saranno due pullman scoperti per quello che si prevede come un vero e proprio bagno di folla sia lungo il tragitto verso Roma che in città. Prima tappa, la Presidenza del Consiglio, dove saranno ricevuti da Romano Prodi per un incontro "istituzionale" intorno alle 19.30. Poi, la grande festa al Circo Massimo, che dalle 21 circa tornerà ad animarsi con migliaia di persone e bandiere, per "festeggiare questi giocatori - aveva detto il sindaco di Roma, Walter Veltroni, annunciando l'evento - che hanno dato una grandissima prova agli italiani".

 

Rassegna Stampa Mondiale. Le Parole di Materazzi a Zidane

Siamo sulle prime pagine di tutto il mondo, i giornali raccontano la gioia, la festa e la vittoria. Dopo 12 anni dalla finale persa ai rigori col Brasile e 24 dall’ultimo trionfo mondiale l’Italia torna a vincere.
“Campioni!” titola La Repubblica, “Italia!” in prima pagina del Corriere dello Sport che nell’82 titolò “Eroici!”. Il Corriere della Sera apre con “L’Italia dei Campioni” e la foto di capitan Cannavaro che alza la coppa. Il Messaggero sceglie “Italia cuore Mondiale” con Lippi portato in trionfo. Impagabile la prima pagina di libero con “ringhio “ Gattuso ritratto insieme ad un “topo francese”.

Mentre gli azzurri alzano la coppa, la stampa dei cugini recrimina sulla follia di Zidane; i francesi leggono sul sito internet di liberation “la bravata”. Sul sito web di le monde si legge “quando le blues diventano rossi, la francia diventa nera”. Le figarò sfoggia un “Italia, finalmente”, sul sito dell’equipe la foto della gioia azzurra sovrasta il titolo “La sinfonia Interrotta”, per Elpais l’Italia si “prende” il mondiale, sul sito di Herald Tribune Fabio Grosso vola dopo l’ultimo rigore. Il titolo è un chiaro riferimento alla finale di euro 2000 “L’Italia caccia via i fantasmi e supera la Francia”.

Poi il Sunday Times, il Washington Post, Usa Today e il sito internet Sport Illustreted della CNN che parla italiano e apre con “Bravissimi”. Bild titola “Italia è Campione!” e la foto della testata di Zidane a Marco Materazzi. Sul Guardian c’è il rosso a Zizou, secondo il giornale britannico Materazzi avrebbe dato del terrorista al francese di origine algerina. Una versione che non solo non trova riscontri negli spogliatoi degli azzurri, ma viene presto smentita dallo stesso quotidiano. Non solo: a dimostrazione che il difensore italiano è di indole tollerante il Guardian si spinge a citare l'amicizia che lega Materazzi all'attaccante nigeriano Martins.

La tv brasiliana Globo si è data molto da fare per capire che cosa abbia fatto così tanto arrabbiare il povero Zizou. Ha ingaggiato un gruppo di non udenti esperti nella lettura del labiale (laterale, visti i filmati). Il verdetto è il seguente: "Tua sorella è una prostituta". Insomma, Materazzi avrebbe insultato Lila Zidane, sorella dell'attaccante franco-algerino.

Messo da parte la questione Zidane-Materazzi sul sito del New Tork Times c'è la foto della corsa verso la coppa. Per il web spagnolo siamo “Quattro Volte Campioni”, As.com mostra uno Zidane che abbandona campo e carriera. In prima pagina anche sui giornali asiatici, siamo campioni in ideogrammi.
  • Campioni in Ideogrammi
  • 09 luglio 2006 

    3 Maxischermi al Circo Massimo: Roma si Prepara alla Finale di Berlino

    Per la finale di stasera il comune di Roma triplica gli sforzi, non ci sarà un solo maxischermo al Circo Massimo bensì tre; due da 25 metri e uno da 50. Si dovrà tifare però da astemi visto che il prefetto Achille Serra ha proibito la vendita di alcolici nell'arena romana che ospiterà almeno 100.000 tifosi dell'Italia. Fischio d'inizio alle 20.

    Divieto di vendere alcolici e di bere da bottiglie di vetro anche a Campo de Fiori e ad Ostia dove martedì notte, dopo la vittoria dell'Italia contro la Germania, c'erano stati scontri con le forze dell'ordine e il lancio di alcune bombe molotov da parte di ragazzini 14enni.

    Misure di sicurezza aumentate per evitare ingorgi e incidenti post partita: saranno 3.000 le forze dell'ordine che vigileranno per le strade tra carabinieri, polizia, vigili urbani e volontari della protezione civile.

    Comunque vada il sindaco Walter Veltroni lunedì sera accoglierà i giocatori, sempre al Circo Massimo. Gli azzurri prima di salutare il sindaco faranno di pomeriggio il giro di Roma su due autobus scoperti.




    Powered by Blogger
    and Blogger Templates
    Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

    Hit Counter
    Hit Counter
    BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
    The Safe city