21 luglio 2006 

La Tratta dei Bimbi Romeni Schiavi. Piu' di 100 Minori Schiavizzati

Erano costretti a rubare almeno 200 euro al giorno, sennò giù botte e sevizie. Bucarest - Roma e poi Milano: era questa la tratta dei bimbi schiavi: piu’ di 100 bambini romeni sfruttati per scippi, piccoli furti e poi ridotti in schiavitu’, alcuni di loro erano tenuti legati nelle baracche dove dormivano.

I bambini venivano mandati a rubare alla stazione Termini, a Tiburtina nella metro, e poi tornavano al quartier generale dell’organizzazione: il campo nomadi di Tor Cervara. Dove sono stati trovai legati, alcune volte frustati e costretti a dormire per terra.

Dopo sei mesi di indagini partite da una prima segnalazione dei servizi sociali del comune di Roma, la squadra mobile ha indivuato la cupola degli schiavisti. sono state emesse 9 ordinanze di custodia cautelare: 9 romeni, 6 gia’ arrestati, 3 invece sono ancora latitanti in romania ma sono gia’ stati individuati. l’accusa e’ di associazione a delinquere, riduzione in schiavitu’ e furto aggravato.

I bambini venivano acquistati in romania, a circa 1.00 euro l’uno oppure rapiti clandestinamente e poi portati in italia.nei campi nomadi di roma e milano erano segregati e costretti a rubare, soprattutto ai turisti. Sfruttando i bimbi l’organizzazione criminale avrebbe guadagnato centinaia di migliaia di euro. Le indagini proseguono, altre venti persone sono indagate, tra queste un avvocato civilista romano.

20 luglio 2006 

Posta "Stupefacenti", a Fiumicino Droga Prioritaria

Lettere, cartoline e pacchi da 1kilo, tutto buono per spedire droga in posta prioritaria.
in sei mesi di indagini la guardia di finanza ha sequestrati circa 20 kili tra cocaina, hashish, marijuana ed ecstasy. spedita a Roma dal sud america, dall’Olanda, la Spagna e dall’Est Europa, in alcuni casi piccole quantità nascoste in semplici buste da lettera. Mentre nei pacchi di posta celere sono stati trovati anche diversi chili di droga in carta stagnola o nascosta nello shampoo per evitare il fiuto dei cani.

Nel primo semestre del 2006 nell’area di smistamento postale dell’aeroporto di fiumicino i pacchi postali sono stati setacciati dall’unità cinofila; i cani anti droga hanno fiutato i sacchi postali di 40 kili: dei 700 interventi della guadia di finanza ben 350 hanno portato al sequestro di droga.

Nel caso dei pachi piu’ “pesanti” il magistrato autorizzava la “consegna controllata”, finanzieri mascherati da postini andavano direttamente a portare il pacco al destinatario, per la maggior parte si trattava di spacciatori, arrestati e interrogati per poi risalire ai piani alti dell’organizzazione. L’operazione “droga prioritaria” con il controllo dei pacchi postali a fiumicino ha portato alla denuncia di 80 persone, 20 sono state arrestate con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti.

19 luglio 2006 

Angelo Mai. Gli Occupanti all'Ombra di Caracalla

Lasceranno l’Angelo Mai per trasferirsi in una struttura vicino alla scuola Giardinieri, a porta San Sebastiano. E' questo l’accordo che è stato raggiunto tra i ragazzi dell’ex convitto occupato nel 2004 e il Campidoglio.

Inizieranno quindi il 26 luglio i lavori di riqualificazione per entrambe le strutture: per il viscontino, la media che ha ben 600 alunni, è prevista l’unificazione (in circa 2 anni) del primo e del secondo piano. a dover abbondonare quest’ultimo sara’ il servizio giardini del comune.

Gli alunni potranno così utilizzare tutta la palazzina mentre gli uffici saranno trasferiti in una sede non lontana dall’assessorato all’ambiente. Per quanto riguarda invece gli 800 metri dell’ex bocciofila a caracalla i lavori dovrebbero terminare entro 2 mesi e mezzo.

Veltroni si è detto soddisfatto dell’intesa che è in linea con il modello Roma e sancisce una duplice vittoria per il centro sociale e la scuola viscontino. Ma non tutti sono d’accordo: i dipendenti del servizio giardini per esempio e sicuramente i genitori dei bimbi dell’elementare giardinieri che avevano chiesto la struttura come palestra. Lamentele arriravano anche da alcuni consiglieri di f
Forza Italia che denunciano trattamenti diversi per i centri sociali di destra, come nel caso dell'associazione culturale foro 753 di via Capo d'Africa che l’anno scorso fu chiusa, senza la proposta di una struttura in cambio

 

Farmacie in Sciopero: a Roma oltre 200 Chiuse

Serrande abbassate per oltre 200 farmacie romane, difficile oggi trovare un’aspirina o un qualsiasi medicinale senza dover percorrere chilometri.

In tutta Roma restano aperte solo 90 farmacie: quelle di turno e le 39 comunali che non hanno aderito alla protesta. inevitabili le file.

lo sciopero dei farmacisti arriva subito dopo quello dei taxi che ha paralizzato roma. ancora una volta contro il decreto bersani, che secondo federfarma “stravolge l’assetto del servizio” prevedendo la vendita di prodotti da banco anche nei supermercati.
e mentre i farmacisti decidono per la chiusura forzata le associazioni dei consumatori contrarie allo sciopero hanno manifestato in centro, lasciando un adesivo su ogni farmacia chiusa incontrata.

per spiegare la decisione dello sciopero, in ogni farmacia si leggono cartelli con la scritta “non permettere che la tua farmacia chiuda per sempre”.

18 luglio 2006 

Due Manifestazione Per la Pace in Medio Oriente

Ieri sera Roma ha tentato, senza riuscirci, di unire quello che l’odio in Medio Oriente divide. Due le manifestazioni che si sono mosse in contemporanea.

Una fiaccolata, promossa dalla comunità ebraica romana, ha attraversato il centro storico e ha registrato adesioni da tutto il panorama parlamentare, da Rifondazione ad An una marcia che verso le 22 si è poi trasformata in veglia davanti alla Sinagoga.

Nello stesso momento un corteo per la pace in Palestina e Libano, si è mosso da piazza San Marco e, percorrendo via dei Fori Imperiali, è arrivato al Colosseo. Qualche momento di tensione al contatto delle due manifestazioni e quando una bomba carta è stata fatta esplodere nei pressi del Colosseo.

Due manifestazioni per dire lo stesso stop alla guerra, ma in due modi diversi.La crisi in Medio Oriente viene giudicata spesso scambiando i ruoli di vittima e carnefice tra Israele, Hezbollah, Libano, Palestina e Siria. Una lettura che non basta più, mentre cadono le bombe, a risolvere una crisi che si avvita sempre più su se stessa.

 

Trasporto Aereo: Multe in Arrivo per le Compagnie

Da una parte il trasporto aereo italiano si riprende dall’altra si dimostra inadeguato. La voglia di andare in vacanza utilizzando un aereo aumenta anche del 10% in più rispetto all’anno scorso e si stima che potrebbero essere 124 milioni i passeggeri che prenderanno posto sui voli di linea italiani nel 2006. Ma le compagnie non si sono organizzate per tempo ed è scattato l’allarme rosso.

E mentre si profila una raffica di ritardi e cancellazioni di voli per l’esodo di Agosto (come accaduto nel primo weekend di luglio quando 100 voli sono stati annullati soprattutto verso la sardegna e la sicilia), l’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha preparato un listino multe.

Dai 1000 ai 50 mila euro queste le cifre che dovranno sborsare l’Alitalia e le altre compagnie che sbaglieranno ed opereranno fuori dalle norme. Le contromisure prese dall’Enac hanno messo in guardia il ministro dei trasporti alessandro bianchi che nelle prossime ore presenterà ala capo del governo il sospitrto dossier su Alitalia e ferrovie che potrebbe dare il via anche l giro di nomine per i nuovi vertici delle compagnie. Per gli aeroporti italiani l’intervento dovrà essere immediato: nel 2005 hanno sopportato il peso di un milione e 400 mila voli, un ulteriore aumento senza adeguate misure di controllo provocherebbe l’ imprevedibile.

Ughetta Di Carlo

 

Tassisti e Governo: Accordo Fatto

Alla fine degli scontri, degli slogan urlati a tutta voce e delle plateali proteste saranno i comuni di appartenenza ha dover filtrare la liberalizzazione decisa dal governo sulle licenze taxi.

Ieri dopo giorni di tensione per la categoria i tassisti di tutta Italia, riuniti nella capitale si sono detti finalmente soddisfatti dell’intesa. In pratica, saranno i comuni a rilasciare le autorizzazioni temporanee e non cedibili per eventi straordinari e periodi limitati, a consorzi e cooperative di taxi già in attività.

Nasce inoltre il comitato di monitoraggio composto: da funzionari comunali, rappresentanti di categoria dei radiotaxi e rappresentanti degli utenti.Questo avrà il compito di regolare la modalità di svolgimento del servizio per adeguarlo alla domanda effettiva.




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city