28 luglio 2006 

Nuovo Divieto di Balneazione a Fregene

Vietato fare il bagno nel mare di fregene. Su oltre 7 km di costa da oggi vige il divieto di balneazione deciso dal comune di Fiumicino.

Il provvedimento del sindaco Mario Canapini fa seguito ai risultati ufficiali delle analisi compiute dall’arpa lazio circa la presenza di sostanze tossiche nelle alghe.

Il verdetto dell’agenzia per la protezione dell’ambiente è arrivato nel pomeriggio e conferma tracce di saxitossina tanto nelle alghe quanto nei molluschi.

La sostanza risulta nociva per l’uomo solo se ingerita, in questo caso può provocare intossicazioni, a contatto con la pelle invece le conseguenze sono forti dermatiti che già agli inizi del mese hanno colpito numerosi bagnanti.

Solo qualche settimana fa, appena scattato l’allarme inquinamento, il sindaco aveva già emanato un’ordinanza, poi revocata, con la quale vietava la balneazione in alcuni tratti della costa.
Ma rispetto al provvedimento precedente, con quello di oggi risultano interdetti circa 730 metri in più. il tratto di costa aggiunto è quello che si estende alla foce del canale collettore delle acque alte e basse, in particolare 400 m sul lato sud e 325 m sul lato nord.
Ridefinito il divieto di balneazione il sindaco di fiumicino ha indetto un tavolo tecnico per lunedì prossimo al quale ha chiesto di partecipare anche Arpa e Regione Lazio.
“il provvedimento di oggi – ha sottolineato Canapini – è a carattere cautelare e mira a salvaguardare la salute dei cittadini”non a caso il divieto arriva dopo vari giorni di attesa, il primo cittadino ha aspettato fino all’ultimo momento prima di vietare la balneazione a Fregene. l’attesa è dipesa soprattutto dai risultati delle analisi spesso contrastanti di Arpa, istituto zooprofilattico e asl roma D. ma anche di questo si discuterà lunedì 31, ancora una volta tutti attorno ad un tavolo.

27 luglio 2006 

In Manette la Banda dei Lavavetri. Botte per Il Posto ad un Semaforo

Gli hanno rotto i denti per un posto da lavavetri. E' successo ad un bengalese di 27 anni, malato di diabete, che proprio per il suo stato di salute aveva perso il lavoro da aiuto cuoco in un ristorante del centro.

Così, per arrangiarsi si era posizionato, assieme ad un connazionale che vendeva quotidiani, in uno dei tanti incroci di via casilina, a torre maura. l’iniziativa però non è piaciuta ad un gruppo di 5 rumeni che dopo alcuni giorni lo hanno bastonato colpendo in particolare sul viso e sulla bocca. Un episodio che dimostra l’esistenza nella zona di una vera e propria organizzazione.

La banda del racket dei lavavetri è stata arrestata dai vigili urbani dell' VIII gruppo proprio mentre pestava il giovane. Si tratta di tre donne e due uomini accusati di estorsione aggravata e lesioni.

26 luglio 2006 

Calciopoli: Sentenza di Secondo Grado, Lazio in A e -11

10 giorni, tanto è durata la serie B per la Lazio. la sentenza di secondo grado, letta ieri dal presidente della corte federale piero sandulli, ha riportato un po’ di sollievo tra la tifoseria biancoceleste. Anche se con qualche ombra: niente Europa e l’handicap di 11 punti per la prossima stagione.

Il processo d’appello a calciopoli si è chiuso con i saldi, sconti per tutti e un regalo al milan: i preliminari di Champions League. La società rossonera, inoltre, partirà con una penalizzazione di 8 punti nella prossima stagione e una giornata di squalifica del campo.

La fiorentina, condannata alla b in primo grado con 12 punti in meno, ha riavuto la massima serie e 19 punti da scontare la prossima stagione e 3 giorni di squalifica del campo. Solo la juventus giocherà nel campionato cadetto, e si tratta della prima volta nella sua storia, partendo da una penalizzazione di 17 punti. Con la sentenza di ieri si sono chiusi i 95 giorni più intensi di sempre del calcio italiano, ma non è detto che finisca qui. Entro il 10 agosto chi vorrà potrà ricorrere al tar.

 

Conferenza per il Libano: Roma Blindata

Massima allerta e minimi disagi. E' stato applicato con questo spirito il piano di sicurezza per la conferenza di pace sul libano iniziato questa mattina alle 9.30.

Imponenti le misure: sono oltre a 3mila gli uomini delle forze dell'ordine tra carabinieri, finanzieri e agenti di polizia che sono impiegati.

L'area vicino alla farnesina è completamente inaccessibile e la sicurezza è garantita anche da tiratori scelti piazzati sui tetti. Stessa attenzione anche per lo spazio aereo: elicotteri e caccia f16 hanno creato uno "scudo " contro i piccoli velivoli.

I caccia però decolleranno soltanto in caso di allarme mentre gli elicotteri controllano che nessuno violi lo spazio aereo sulla farnesina. sono 20 le unità cinofile pronte ad entrare in azione per fiutare l'eventuale presenza di esplosivi. per i romani però la mattinata è trascorsa senza particolari problemi: dalle 7 di oggi sono stati cambiati i percorsi di 5 linee di autobus che transitano solitamente nelle immediate vicinanza della Farnesina. Nessuna zona rossa è stata applicata, ma soltanto negli incroci i presidi dei vigli urbani messi hanno consentito il passaggio alle delegazioni interrompendo il traffico momentaneamente.

Massima attenzione per i punti considerati più a rischio: la sede del ministero degli esteri, le ambasciate, in particolare quella americana e gli alberghi di via veneto dove alloggiano i diplomatici. Una città "blindata" ma con discrezione.

24 luglio 2006 

Gravi le Condizioni di Roberto Punzo: il Militare - Romano di Adozione - ferito in Libano

Le telecamere e i fotografi se ne sono andati e a via Trissino, nel quartiere Talenti, dove si trova l’abitazione del capitano Roberto Punzo, ma qui restano la preoccupazione e angoscia per le sue condizioni di salute.

L'ufficiale dell’esercito, rimasto ferito ieri nel libano meridionale nella postazione di Marun el Ras durante gli scontri, è stato operato all'addome e alla spina dorsale. Il capitano è ora ricoverato nel dipartimento di rianimazione dell’ospedale israeliana di haifa, dove è collegato ad apparecchi per la respirazione.

Le sue condizioni restano molto gravi ma stazionarie. A ferirlo sarebbero state delle schegge di un razzo o di una granata lanciati dagli hezbollah. Bersagliere di origini napoletane ma residente a roma già da diversi anni, il capitano Roberto Punzo svolge il compito di osservatore per le nazioni unite. qui in via Trissino, nel quartiere talenti si trova l’abitazione romana dove l’ufficiale vive con la sua famiglia, moglie e una figlia.

La notizia del ferimento qui in vi talenti è giunta intorno alle 14 di ieri. ad avvertire la compagna, alessandra canettieri, è stata la telefonata di una psicologa dello stato maggiore dell’esercito, membro di un euquipe impegnata ad assistere moralmente i parenti del ferito. Punzo è in servizio presso la missione delle nazioni unite che, attraverso un gruppo di 7 osservatori militari italiani opera in medioriente dal 1958 per la supervisione del trattato di tregua concluso tra israele egitto giordania e siria nel 1949




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city