15 settembre 2006 

Sciopero Autoferrontranvieri: Bus, Metro e Ferrovie a Singhiozzo

Metropolitane vuote, autobus che tornano al deposito, nessuno alle fermate e tante macchine incolonnate ai semafori sotto una pioggia battente. Così Roma si sveglia nel giorno dello sciopero nazionale degli autoferrotranvieri.

Dalle 8.30 di questa mattina, tram metropolitane e autobus hanno sospeso il servizio per abbracciare la protesta indetta dai sindacati autonomi.

Sult, sincobas, cub e alcobas scioperano per il rinnovo del biennio economico contrattuale e l'esclusione dei sindacati di base dalla cabina di regia sui trasporti istituita a palazzo chigi. Non tutti hanno aderito allo sciopero.

Secondo un primo bilancio di atac, l’adesione è stata del 31,2% per gli addetti della trambus, del 16% invece per quelli della tevere tpl: la società che gestisce le 77 linee perferiche della città.
anche la linea b della metropolitana dalle 9.30 ha proseguito il servizio, più ridotto invece quello della linea a che ha potuto contare solo su 8 treni.

Nonostante l’assenza di una vera e propria paralisi dei mezzi, i disagi per gli automobilisti non sono mancati. Allo sciopero si è unito il maltempo che ha reso ancora più intenso il traffico sulle strade dentro e fuori la città. La pioggia battente ha causato numerosi allagamenti nel corso della notte che solo in parte sono stati prosciugati; in mattinata poi un nuovo violento acquazzone. La circolazione sul grande raccordo anulare, è molto rallentata in entrambe le carreggiate; la situazione è difficile soprattutto nel tratto compreso tra le uscite salaria e cassia e in tutta la zona sud.

Ai forti rallentamenti non si sono sottratte le consolari in direzione roma. La polizia stradale ha segnalato lunghe file in via Cassia, Trionfale, Giustiniana e Flaminia. Intanto, per ridurre i disagi, le zone a traffico limitato diurne del centro e di trastevere non sono state attive. Lo sciopero dei trasporti pubblici durerà fino alle 17, poi riprenderà alle 20 per proseguire fino alla fine del turno.

Helga

13 settembre 2006 

Istituto Regina Elena: il Consiglio di Stato Riabilita Francesco Cognetti

La sua sostituzione nel ruolo di Direttore Scientifico dell’istituto Regina Elena ha provocato stupore, proteste e dibattiti che sono andati avanti per tutta l’estate.

Ma da oggi l’oncologo Francesco Cognetti può riprendere l’incarico che ha ricoperto dal luglio 2001 fino ad un mese fa. A stabilirlo i giudici del Consiglio di Stato che hanno accolto i suo ricorso contro la decisione del Ministro Livia Turco. Il 25 maggio scorso Cognetti aveva ricevuto dal Ministero della Salute via fax il decreto di revoca dall’incarico che gli aveva poco prima confermato l’ex premiere Berlusconi. Al suo posto era stata nominata Paola Muti, epidemiologia dei tumori con un curriculum scientifico di grande livello e dall'esperienza internazionale.

La battaglia legale era partita con un ricorso al Tar che invece aveva negato a Cognetti il reintegro. A favore del medico, che dal 1976 lavorava nell’istituto romano, si era schierati importanti nomi della comunità scientifica internazionale, nonché politici di centro destra.
Per il ministro Turco, che aveva incontrato personalmente Cognetti, solo dopo la decisione di sostituirlo, nella decisione era stata presa utilizzando parametri scientifici internazionali, si era voluto dare un segno di discontinuità e uno spazio alle quote rosa. La decisione di Palazzo Spada intanto sospende anche la nomina del nuovo direttore Paola Muti, che solo dall’8 agosto si era insediata.

 

Ancora Disagi sul Ponte di via di Portonaccio. Tiburtina in Tilt

Continua il caos sul ponte della tiburtina, quello che va da via di Portonaccio alla stazione, passando sopra la ferrovia. A causa di un cedimento strutturale, dovuto forse ai lavori per la realizzazione della linea dell’alta velocità, per tutta la giornata di ieri il viadotto era rimasto chiuso al traffico, provocando gravi disagi per la circolazione in tutta la zona.

Questa mattina, seppur a carreggiata ridotta, il ponte è stato riaperto al traffico automobilistico, ma non a quello pesante, autobus compresi. Il risultato è che la circolazione delle auto è fortemente rallentata dalla grande quantità di pedoni che, non potendo usare i mezzi pubblici, sono costretti ad attraversare il ponte a piedi.

La situazione più pesante è per i passeggeri della linea 409, che transita per largo preneste, dovrebbe percorrere tutta via di portonaccio per arrivare fino alla stazione. il problema è che, a causa dell’inagibilità del ponte, le corse terminano in largo de dominicis, a circa 500 metri dall’inizio di via Portonaccio.
Sembrerebbe più facile far arrivare gli autobus del 409 fino al deposito che si trova a pochi metri dal ponte, o almeno consigliare i passeggeri costretti a scendere di aspettare gli autobus di altre linee che transitano per la via. invece i poveri utenti del 409 sono gentilmente invitati a scendere senza troppe spiegazioni, lasciati sotto il sole alla loro imprevista e poco piacevole passeggiata.
Roebrto Cesari

12 settembre 2006 

Campidoglio: Un minuto di Silenzio e il suono della Patarina per Ricordare l'11 Settembre

A 5 anni esatti dagli attentati dell’11 settembre Roma ricorda, ricora quando le torri del world trade centre crollarono di fronte agli occhi sbalorditi di tutto il mondo. Ricorda le quasi 3.000 vittime provocate dagli attacchi terroristici, Roma ricorda chi ha perso la vita per salvarne altre.

Un minuto di silenzio, poi il rintocco della "patarina", la storica campana del palazzo senatorio. Il discorso del sindaco Walter Veltroni affianco all’ambasciatore degli stati uniti in italia Ronald Spogli. dopo 5 anni il terrorismo e’ ancora una minaccia –ha detto Veltroni- bisogna ancora avere la guardia alta.

A ricordare le vittime dell’11 settembre tutta la giunta capitolina, il prefetto di Roma Achille Serra, i rappresentanti politici e sindacali ma anche tanta gente comune. E ora saranno i luoghi a ricordare le vittime del terrorismo, il sindaco di Roma ha infatti annunciato che la giunta dedichera' a breve alcuni luoghi della citta' in ricordo delle quasi 3.000 persone che hanno perso la vita durante gli attacchi dell'11 settembre.

 

Chiuso il Ponte della Tiburtina per Crepe, Traffico in Tilit

L’economia romana cresce e con lei anche i posti di lavoro. Secondo l’istat l’occupazione nell’ultimo anno è aumentata del 13%, quasi il doppio rispetto alla media nazionale che si attesta ad una soglia dell’8%.

Ad influire sul il trend positivo della capitale, secondo l’elaborazione dell’ufficio statistico del comune è lo sviluppo del terziario avanzato che tra il 1991 e il 2001 ha visto raddoppiare gli occupati del 102,05%.

Altro settore in crescita è quello del turismo che fa registrare un incremento del 27% con 12 mila posti di lavoro in più. A seguire ci sono le piccole imprese con il 70% e quelle medio grandi del 10%. Insomma i posti di lavoro aumentano ma non trasformano la città in un’isola felice.

Ad oggi c’è solo una crescita dell’occupazione ma non una sua stabilizzazione, in pratica ad aumentare realmente sono i precari. Fenomeno che trova conferma nell’incremento del 32 % del lavoro autonomo a fronte del lavoro dipendente aumentato solo dell’8,3%.

Ultima nota di rilievo, secondo l’elaborazione dell’ufficio statistico del comune l’occupazione che aumenta è tinta di rosa. Le donne che hanno trovato lavoro nell’ultimo anno rappresentano il 46% degli occupati, erano il 45% nel 2004.

Helga

 

Internazionali d'Italia, Il Tennis di Roma è il piu' Ricco di Sempre

E' la sponsorizzazzione più consistente che gli internazionali d’Italia abbiano mai avuto. Dalla prossima edizione il torneo di tennis più importante del nostro paese si chiamerà “internazionali bnl d’italia”. La partnership con l’istituto bancario, di recente enrato a far parte del gruppo bnp paribas, durerà cinque anni ed ammonta complessivamente a circa 10 milioni di euro.

La Bnl diventa quindi “title sponsor” del torneo, che anche grazie a questa unione punta nei prossimi anni ad ingrandirsi ulteriormente, fino ad ospitare un evento combinato, cioè un appuntamento nel quale il torneo maschile e quello femminile si svolgono contemporaneamente.

Durante la conferenza stampa di presentazione dell’accordo il presidente della federazione internazionale Francesco Ricci Bitti ha poi annunciato che il sorteggio della prossima coppa Davis, anch’essa sponsorizzata dal gruppo Bnp paribas, si terrà proprio a Roma il prossimo 28 settembre.




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city