24 novembre 2006 

Crolla Solaio al Liceo Augusto: Lezioni Sospese

Lavori in corso e lezioni sospese fino a lunedì al liceo classico augusto di via gela 14. A far chiudere le porte della scuola che in totale ospita circa 1000 studenti, il crollo avvenuto nella notte di una pensilina che copre l'ingresso di uno dei due edifici scolastici: il classico, ristrutturato appena 3 anni fa e le scuole elementari e medie visibilmente invecchiate col passare degli anni.
l’intero complesso risale al 1920… un’età per la quale, secondo i tecinici, è normale che un solaio non ristrutturato possa crollare.

Quello che si è verificato al liceo Auguto però non è un vero e proprio cedimento, in gergo si chiama sfondellamento, ed è il distacco e la successiva caduta delle cartelle inferiori dei blocchi di alleggerimento inseriti nei solai composti in cemento armato.

Anche se in teoria questi blocchi non hanno nessuna funzione strutturale, se fossero ceduti allorario di apertura della scuola le conseguenze sarebbero state ben più gravi: basti pensare che 32 kili è il peso di appena un metro quadro di soffitto. Intanto questa mattina gli studenti del liceo si sono riuniti in un’assemblea già programmata 15 giorni fa. Il preside ha sospeso le lezioni fino a lunedì, massimo martedì per consentire ai tecnici di mettere in sicurezza l’area.

Di proprietà comunale, l’intero edificio è passato in gestione all’amministrazione provinciale. l’assessore monteforte ha assicurato che i lavori saranno completati nel più breve tempo possibile. E a proposito di tempo, neanche a farlo apposta alla vigilia della giornata nazionale sulla sicurezza degli edifici scolastici cittadinanza attiva ha diffuso una rocerca secondo la quale in italia una scuola su dieci non è sicura mentre il 30% è appena sufficiente.

23 novembre 2006 

In Italia meno Auto, a Roma Invece Sempre di Più

I romani sono sempre più un popolo di automobilisti. Secondo un’indagine dell’istat, infatti, negli ultimi 5 anni è aumentato il tasso di motorizzazione della capitale, cioè il numero di auto in rapporto agli abitanti.

Che a roma ci fosse il problema delle troppe auto in circolazione già lo si sapeva. Secondo l’ultimo rapporto di legambiente sono 73 ogni 100 abitanti, un dato inferiore solo a quello di Aosta. Il rapporto dell’istat presenta però alcuni aspetti da tenere in considerazione: innanzi tutto l’aumento delle auto nella capitale è in controtendenza con la media degli altri 102 capoluoghi di provincia, che negli ultimi 5 anni ha visto una diminuzione dell’1,5%. Fra i 10 comuni con più di 250.000 abitanti solo Catania, Palermo e Verona, oltre a Roma, hanno registrato un aumento.

Il dato della capitale si accompagna poi, a differenza di quanto si potrebbe immaginare, ad un aumento della domanda di trasporto pubblico, cioè del numero di passeggeri trasportati in rapporto agli abitanti. Una possibile chiave di lettura è che il trasporto pubblico non riesca a soddisfare la domanda e induca quindi gli utenti insoddisfatti a passare all’automobile. A fronte dell’aumento del tasso di motorizzazione, infine, Roma rimane il fanalino di coda, fra i comuni più grandi, per quanto riguarda il numero di centraline per il rilevamento dell’inquinamento atmosferico, con una ogni 200.000 abitanti.

 

Beni Culturali: Polemiche tra Roma e New York per la Venere Contesa

Al di là degli esiti giudiziari la questione è essenzialmente morale. Quelle opere sono patrimonio italiano e non possiamo come invece è successo in passato cedere ciò che ci appartiene. E' questa la reazione del ministro per i beni culturali Francesco Ruttelli dopo la rottura delle trattative col Getty Museum.

Oggetto del contendere sono circa 50 opere che l’italia vuole che New York restituisca perche sospettate di essere rubate tra le opere piu importanti la statua di Venere di Morgantina e il bronzo del Giovane Vittorioso.

Il museo di Los Angeles ha rotto le trattative col governo italiano in maniera unilaterale decidendo di rimandarne indietro solo 26 e sperando così di chiudere la questione. Il risultato, però, potrebbe essere una lunga disputa legale, e soprattutto la fine di ogni collaborazione culturale con Roma. La notizia della rottura, anticipata dal New York Times, è solo l'ultimo colpo di scena in un intrigo internazionale che dura da un paio di decenni. all'origine ci sono le attività dei mercanti d'arte Robert Hecht e Giacomo Medici, che da oltre trent'anni vendono pezzi sospetti in tutto il mondo.

Nel 1995 la polizia ha perquisito il deposito di medici a ginevra, trovando le prove di molti traffici illeciti. Il mercante italiano è stato condannato a dieci anni di prigione, e sta aspettando l'esito dell'appello. Alcuni musei che avevano acquistato le opere sospette hanno negoziato accordi con roma per la restituzione. Intanto il getty museum ha chiesto e ottenuto le dimissioni di Marion True, ex curatrice che lavorava con Hecht e Medici ed è sotto processo a Roma. Ora sembra non ci sia piu niente da fare per evitare il barccio di ferro tra i due paesi e l’italia questa vokta non vuole proprio cedere

 

Tassa Rifiuti per i Commercianti: Accordo Antievasione Ama e Gdf

Non solo scontrini e ricevute, da oggi i finanzieri che effettueranno i controlli all’interno delle attività commerciali chiederanno anche di esibire l’avvenuto pagamento della tariffa sui rifiuti. La novità è prevista da un protocollo d’intesa firmato dal presidente dell’ama Giovanni Hermanin e dal comandante regionale del lazio della guardia di finanzia Daniele Caprino.

L’obiettivo è la lotta all’evasione della tari che a quanto pare i commercianti e i possessori di partita iva non amano particolarmente visto che ad oggi, secondo le stime dell’ama l'evasione registrata a roma "è tra il 10 e il 20 per cento del totale, per un valore di circa 20 milioni di euro.

Sarà l’ama a fornire alla guardia di finanza gli elenchi dei soggetti economici obbligati a versare il corrispettivo per lo svolgimento del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Al monebto del controllo i finanzieri redigeranno un verbale delle operazioni compiute e comunicheranno all’ ama gli estremi della ricevuta di pagamento o l'esito negativo della verifica.

L’intesa durerà fino al 31 dicembre 2007 e sarà rinnovata tacitamente di anno in anno. Per i prossimi 12 mesi intanto le fiamme gialle prevedono di effettuare almeno 30 mila controlli. Ciò consentirà di controllare nel giro di 5 anni tutte le utenze non domestiche della capitale. Quello di oggi è in assoluto il primo accordo firmato in italia tra guardia di finanza e un’azienda di servizi pubblici locali.

Roma farà da volano ma l’intenzione è di estendere i controlli in tutta la nazione.
l’evasione è infatti dura a morire..proprio ieri i finanzieri hanno setacciato la capitale, controllando oltre 380 esercizi commerciali, di questi 155 sono risultati irregolari.

21 novembre 2006 

Tutti a Scuola alla Poggiali. La Denuncia non Preoccupa i Genitori

“Bimbi legati con lo scotch, oggi i genitori in questura”. E' su tutte le prime pagine dei giornali la notizia della presunta violenza di una maestra della scuola materna maurizio poggiale sui bambini che parlavano troppo.

L’esposto è stato presentato a fine ottobre all’ufficio scolastico regionale da un gruppo di genitori, seguiti da telefono azzurro. Ad insospettirli il racconto dei loro figli sul gioco dello scotch marrone. a chi parlava troppo la mestra tappava la bocca, i più irrequieti venivano legati alla sedia.

Eppure questa mattina sono in pochi ad aver lasciato i banchi vuoti. Nonni e genitori hanno accompagnato regolarmente i bambini in classe.

I genitori che questa mattina non hanno accompagnato i propri figli a scuola sono stati ascoltati in questura. Sull’episodio, intanto indaga la procura della repubblica mentre il ministero della pubblica istruzione ha inviato un ispettore ad indagare sul curriculum della maestra che a sua volta rigetta tutte le accuse.

20 novembre 2006 

Campidoglio Contro lo Smog: dal 2007 Stop agli Euro 0

Le centraline dell’arpa segnalano sforamenti a raffica e con soluzione di continuità. Per l’ennesima volta si torna a parlare di inquinamento, di pm10.

Dopo i blocchi e le domeniche ecologiche il Comune prova la carta del rinnovo tecnologico: via i motorini euro zero, quelli più inquinanti, e incentivi per acquistarne uno nuovo, meno nocivo ai nostri polmoni. Gli incentivi non riguardano esclusivamente i motorini: anche le automobili con cinque, dieci anni sulle spalle potranno essere rottamate per accedere ai contributi.

I blocchi, l’ultimo quello parziale di ieri, evidentemente non funzionano più. Neppure come palliativo. I dati parlano chiaro: i 35 sforamenti consentiti dalle direttive europee antismog sono passati da tempo, e il 2006 è lungi dal terminare. Da gennaio, 50.000 motorini dovranno forzatamente andare in pensione: pena l’impossibilità di girare per la capitale. Tutta, non solo nel centro storico.

L’amministrazione ha in mente un nuovo piano dei parcheggi esclusivamente dedicato alle due ruote che interesserà tutti i municipi e che, come primo intervento, prevedrà la rimozione dei pericolosi sampietrini dalle zone di scarse interesse storico, se a Roma ve ne sono. Altri interventi saranno dedicati ai guardrail, molti dei quali divelti o ormai inutili perché schiacciati, e la realizzazione di corsie riservate alle due ruote, anche se non si sa ancora dove, dal momento che Roma non dispone di molte boulevard. Certo è che il comune, e l’assessorato all’ambiente, puntano sul rinnovo e sull’utilizzo delle due ruote. Che inquinano, ma meno delle quattro. E ancora più certo è che la terza via, quella più impervia ma sicuramente più coraggiosa, ossia la chiusura permanente del centro storico che periodicamente viene indicata come unica, reale e praticabile soluzione per dare un colpo allo smog, evidentemente non si vuole ancora intraprendere.

Daniele Carioti

 

Roghi al Corteo nella Manifestazione Pro Palestina

''Roma considera deliranti e inaccettabili gli slogan che ancora una volta hanno purtroppo sporcato la memoria degli italiani uccisi in Iraq da mano assassina''. E' questo il durissimo commento del sindaco di Roma Walter Veltroni agli slogan urlati nel corso della manifestazione per la pace Palestina che ha sfilato sabato a Roma.

''Roma ha abbracciato i caduti di Nassiriya al momento del loro ritorno in Italia - ha ricordato Veltroni - e li ha sempre ricordati con dolore ed affetto, come e' accaduto proprio l'altro giorno in una scuola di Roma insieme ad alcuni loro colleghi''.

Dunque ''e' intollerabile che il sacrificio di uomini giustamente definiti come esempio dal presidente della repubblica, venga oltraggiato cosi' sconsideratamente''. I fatti Al grido di "10, 100, 1000 Nassiriyah", nel pomeriggio infatti sono stati bruciati da alcuni manifestanti che partecipavano alla manifestazione per la pace in Palestina, tre fantocci raffiguranti rispettivamente un soldato italiano, uno americano ed uno israeliano.

Alle fiamme anche una bandiera rossa con la svastica. "Questa è una manifestazione anti-fascista - ha gridato dall'alto del camion uno degli speaker - anti-nazista ed anti-imperialista". Il segretario del Pdci Oliviero Diliberto che ha aderito alla manifestazione nella capitale, prende le distanze: "Chi grida quegli slogan e chi compie quei gesti è un nemico della causa palestinese". La pace in Medio Oriente e la questione palestinese sono stati al centro di due diverse manifestazioni organizzate dalle forze dell'Unione e dell'associazionismo. A Milano l'iniziativa è stata organizzata dalla Tavola della Pace e ha scelto come slogan la "pace e la giustizia in Medio Oriente". Quella di Roma, organizzata dal Forum Palestina appoggiata dai centri sociali è invece espressamente di "solidarietà per il popolo palestinese". Uno sdoppiamento questo che secondo l'opposizione conferma ancora una volta le forti divisioni interne al centrosinistra. "Ancora una volta scendono in piazza due sinistre - ha commentato il leader di An Gianfranco - quella moderata e quella massimalista".




Powered by Blogger
and Blogger Templates
Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

Hit Counter
Hit Counter
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Directory Digtec TuTToGuide.net Sono membro della AM Blog directory OBSEXION.COM Visibilmedia 
web
The Safe city